Anci Puglia

ANCI Puglia oggi

logoanci nazionale piccolo

ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani

"La sovranità popolare parte da un'istituzione che rappresenta la forza dei popoli liberi: il Comune" diceva Tocqueville.

I Comuni e i Sindaci hanno svolto un ruolo determinante nel processo di unificazione nazionale di cui è stata celebrato il 150° anniversario. Il livello comunale, preesistente allo Stato unitario, era considerato il modello ideale di organizzazione dello Stato per la sua dimensione naturale. La politica locale e le esperienze municipali si sono poi rivelate in molti casi una importante scuola di buon governo e di amministrazione, e un bacino di formazione per la classe dirigente locale e nazionale. L'ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, nei suoi 110 anni di storia ha lavorato con passione e continuità per la difesa e l'affermazione del principio di Autonomia Comunale, al servizio delle istituzioni, per lo sviluppo e la competitività dei territori. Lungo questo percorso l'Associazione ha saputo interpretare, e spesso anticipare, i mutamenti socio-economici, politici e culturali che hanno contribuito all'innovazione del mondo delle Autonomie locali, sempre accompagnata dalla consapevolezza che rappresentare i Comuni significa farsi carico di necessità e istanze dei cittadini stessi. Nel 2004, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha insignito l'ANCI della medaglia d'oro al merito civile "per lo spirito di dedizione ai valori del complesso dei Comuni italiani" si legge nella motivazione, un riconoscimento solenne per aver custodito, valorizzato e promosso quel patrimonio di tradizione, cultura, identità e capacità di innovare che rende vivo e vitale il Paese: i Comuni.

L'ANCI Nazionale, nata nel 1901, raccoglie circa 7.000 Comuni associati (rappresentativi del 90% della popolazione) sugli 8.094 Comuni d'Italia, a testimonianza di un forte radicamento nel tessuto sociale, geografico e culturale italiano. Suo scopo preminente, resta la difesa e l'affermazione del principio di Autonomia Comunale sancito dalla Costituzione. Obiettivo fondamentale dell'attività dell'ANCI è rappresentare e tutelare gli interessi dei Comuni di fronte a Parlamento, Governo, Regioni, organi della Pubblica Amministrazione, organismi comunitari, Comitato delle Regioni e ogni altra Istituzione che eserciti funzioni pubbliche di interesse locale. Questo approccio complessivo si traduce concretamente in una serie di attività che caratterizzano l'operato quotidiano di un'associazione che con i suoi 117 anni di vita costituisce di fatto l'interlocutore individuato nel tempo da tutti i governi nazionali per rappresentare la realtà degli enti locali.

L'ANCI Puglia, nata nel 1957, come Associazione regionale, raccoglie 248 Comuni associati (rappresentativi del 99% della popolazione pugliese) sui 258 totali della regione. Il presidente è Domenico Vitto, sindaco di Polignano a mare, eletto nell'Assemblea Congressuale del 18 settembre 2017. Sono soci i Comuni singoli o associati della Puglia, gli enti di derivazione comunale e aziende pubbliche, che hanno liberamente deliberato l'adesione. L'ANCI Puglia oggi è il principale referente e interlocutore delle istituzioni regionali su tutti i temi di interesse dei comuni. Rappresenta i comuni pugliesi nei confronti della Regione e, d'intesa con l'Associazione Nazionale, nei confronti dello Stato, nonché nei confronti della Comunità Europea per il tramite della Regione;

Le Anci Regionali costituiscono il livello fondamentale della vita dell'ANCI, nell'intento di garantire la più estesa partecipazione degli Enti associati. Il sistema di rappresentanza del territorio e sul territorio in base al quale è articolata l'Anci è incentrato sulle Associazioni regionali. Come stabilito dall'Articolo 33 dello Statuto nazionale, esse godono - nell'ambito degli indirizzi generali condivisi con l'ANCI nazionale - di piena autonomia sulla linea politica regionale. Il loro compito è quello di perseguire gli obiettivi generali dell'Associazione nell'ambito di ciascuna regione, in relazione alle prerogative e agli interessi delle singole comunità locali. Le Anci regionali godono di autonomia statutaria nell'ambito dei principi generali stabiliti dallo Statuto.
Spetta alla Conferenza dei Presidenti delle Associazioni regionali, formalmente istituita con l'Articolo 22 dello Statuto, coordinare i rapporti tra Associazione nazionale e Associazioni regionali, oltre che diffondere e condividere le buone pratiche di gestione e di servizio ai Comuni e agli altri enti locali interessati e proporre iniziative e attività di ambito nazionale d'intesa con l'Associazione nazionale. La Conferenza elegge un Coordinatore nazionale che dura in carica tre anni, ed è affiancato da 4 Coordinatori d'area tematica, a rotazione annuale.

L'ANCI Puglia, nell'ambito dei principi generali stabiliti dallo Statuto dell'Associazione Nazionale, gode di autonomia, rappresenta gli associati, persegue gli obiettivi generali dell'Associazione nell'ambito della regione Puglia con la più ampia partecipazione degli associati, in particolare:

  •  opera per dare piena attuazione al riconoscimento delle autonomie locali sancito dalla Costituzione;
  •  promuove l'unità, nell'iniziativa e nella partecipazione alla gestione dei poteri locali e decentrati delle forze locali autonomistiche e dell'Associazionismo ed elabora e persegue una politica fondata su un programma di sviluppo economico, sociale, civile e culturale espressione degli interessi e delle aspirazioni delle popolazioni pugliesi;
  • promuove il coordinamento delle attività delle amministrazioni associate;
  • studia e propone iniziative a favore dello sviluppo economico e sociale della regione;
  • presta consulenza tecnica e assistenza ai soci che la richiedono;
  • promuove ed incoraggia iniziative per elevare l'educazione civica dei cittadini pugliesi e per diffondere la cultura delle autonomie locali;
  • individua e propone l'adozione di strumenti per incrementare la partecipazione dei cittadini pugliesi alla vita amministrativa del proprio Comune;
  • opera per un decentramento delle funzioni di interesse pubblico ad ogni livello, favorisce la costituzione di strumenti democratici per una più larga partecipazione alla vita degli Enti Locali;
  • promuove convegni e dibattiti, pubblica studi, atti anche a mezzo di propri organi di stampa;
  • promuove e coordina lo studio e le soluzioni, anche con proposte articolate, di problemi che interessano i Comuni pugliesi;
  • interviene in ogni sede nella quale si discutono o si amministrano interessi dei Comuni pugliesi o che investono direttamente i Comuni stessi;
  • partecipa a società, enti e consorzi che operano nel campo delle attività degli Enti Locali;
  • esamina ogni problema di interesse delle civiche amministrazioni promuovendo, nell'ambito delle proprie competenze, le necessarie iniziative;
  • rappresenta, nei casi previsti dalla legge, gli associati nei confronti delle organizzazioni dei sindacati regionali per le materie oggetto di contrattazione decentrata;
  • svolge attività con analoghe Associazioni (UPI-UNCEM-AICCRE-CISPEL) al fine di promuovere l'unificazione con le stesse.

Sono Organi dell'ANCI Puglia: l'Assemblea dei Soci, l'Assemblea Congressuale, il Consiglio Regionale, il Comitato Direttivo, il Presidente, il Collegio dei Revisori dei Conti.

L'ANCI Puglia si articola nei seguenti tre Dipartimenti, ciascuno con un proprio referente, si occupano dei fondamentali problemi d'interesse per gli associati.
1) Politiche di Sviluppo;
2) Decentramento,;
3) Politiche Sociali e servizi alle persone.

Sono inoltre istituiti in seno all'Associazione:

  • la Consulta dei Piccoli Comuni, con un proprio presidente eletto, la quale rappresenta i Comuni aderenti con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti. La Consulta svolge attività di proposta, promozione e programmazione delle iniziative politiche e tecniche rivolte al conseguimento degli obiettivi di interesse dei Piccoli Comuni ed alla loro valorizzazione;
  •  il Coordinamento dei Presidenti dei Consigli comunali, il quale rappresenta tutti i consiglieri dei comuni pugliesi, per assicurare una adeguata presenza delle assemblee comunali nella vita dell'associazione;
  • La Consulta Anci Giovane Puglia: la Consulta dell'Associazione che riunisce e rappresenta la realtà degli amministratori under 35 e che attraverso le proprie articolazioni, iniziative ed attività ha l'obiettivo di mettere in rete, valorizzare e promuovere i giovani amministratori attivi e presenti in tutti i Comuni.
  • I Coordinamenti Provinciali, per un migliore collegamento con i comuni delle varie province della regione.

La nuova sede Anci Puglia di Bari inaugurata dall'allora presidente Graziano Delrio

Dopo un anno dalla sua elezione a presidente nazionale dell'Anci, avvenuta nel corso della Assemblea congressuale di Brindisi 2011, Graziano Delrio è tornato in Puglia il 12 ottobre 2012 ed ha incontrato a Bari i sindaci della regione e per fare il punto sulla situazione finanziaria e istituzionale dei comuni.
L'incontro è stato promosso da Anci Puglia, che per l'occasione ha inaugurato ufficialmente la nuova sede di Bari. Presenti anche il vicepresidente di Anci Nazionale e sindaco di Bari, Michele Emiliano e il delegato Anci per il Mezzogiorno e sindaco di Potenza, Vito Santarsiero.
La nuova sede Anci Puglia è un immobile sito in Via Marco Partipilo 61 a Bari, nei pressi della Chiesa di Santa Fara, che l'Associazione ha ottenuto in comodato gratuito dal Comune di Bari, come previsto dal Testo Unico Enti Locali.
Con la nuova sede e la propria struttura organizzativa, in questa fase caratterizzata da rilevanti cambiamenti istituzionali e legislativi, l'Anci Puglia intende rinnovare il proprio impegno e il fattivo sostegno agli enti associati, con iniziative nazionali e regionali nell'interesse e a difesa delle Autonomie Locali.
Anci Puglia inoltre, intende rafforzare la propria attività di comunicazione: con il nuovo portale web www.anci.puglia.it, con un servizio di Rassegna stampa, che riporta le principali rassegne quotidiane, tematiche, locali, nazionali ed internazionali, e con una newsletter periodica per fornire ai comuni informazioni e aggiornamenti sul mondo delle autonomie locali.

ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani

 

I Comuni e i Sindaci hanno svolto un ruolo determinante nel processo di unificazione nazionale di cui è stata celebrato il 150° anniversario. Il livello comunale, preesistente allo Stato unitario, era considerato il modello ideale di organizzazione dello Stato per la sua dimensione naturale. La politica locale e le esperienze municipali si sono poi rivelate in molti casi una importante scuola di buon governo e di amministrazione, e un bacino di formazione per la classe dirigente locale e nazionale. L’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, nei suoi 110 anni di storia ha lavorato con passione e continuità per la difesa e l’affermazione del principio di Autonomia Comunale, al servizio delle istituzioni, per lo sviluppo e la competitività dei territori. Lungo questo percorso l’Associazione ha saputo interpretare, e spesso anticipare, i mutamenti socio-economici, politici e culturali che hanno contribuito all’innovazione del mondo delle Autonomie locali, sempre accompagnata dalla consapevolezza che rappresentare i Comuni significa farsi carico di necessità e istanze dei cittadini stessi. Nel 2004, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha insignito l’ANCI della medaglia d’oro al merito civile “per lo spirito di dedizione ai valori del complesso dei Comuni italiani” si legge nella motivazione, un riconoscimento solenne per aver custodito, valorizzato e promosso quel patrimonio di tradizione, cultura, identità e capacità di innovare che rende vivo e vitale il Paese: i Comuni.

 

 

L’ANCI Nazionale, nata nel 1901, raccoglie circa 7.000 Comuni associati (rappresentativi del 90% della popolazione) sugli 8.094 Comuni d’Italia, a testimonianza di un forte radicamento nel tessuto sociale, geografico e culturale italiano. Suo scopo preminente, resta la difesa e l’affermazione del principio di Autonomia Comunale sancito dalla Costituzione. Obiettivo fondamentale dell’attività dell’ANCI è rappresentare e tutelare gli interessi dei Comuni di fronte a Parlamento, Governo, Regioni, organi della Pubblica Amministrazione, organismi comunitari, Comitato delle Regioni e ogni altra Istituzione che eserciti funzioni pubbliche di interesse locale. Questo approccio complessivo si traduce concretamente in una serie di attività che caratterizzano l’operato quotidiano di un’associazione che con i suoi 110 anni di vita costituisce di fatto l’interlocutore individuato nel tempo da tutti i governi nazionali per rappresentare la realtà degli enti locali.

 

 

L’ANCI Puglia, nata nel 1957, come Associazione regionale, raccoglie 248 Comuni associati (rappresentativi del 99% della popolazione pugliese) sui 258 totali della regione. Il presidente è Luigi Perrone, sindaco di Corato, eletto nell’Assemblea Congressuale del 28 giugno 2010. Sono soci i Comuni singoli o associati della Puglia, gli enti di derivazione comunale e aziende pubbliche, che hanno liberamente deliberato l'adesione. L’ANCI Puglia oggi è il principale referente e interlocutore delle istituzioni regionali su tutti i temi di interesse dei comuni. Rappresenta i comuni pugliesi nei confronti della Regione e, d'intesa con l'Associazione Nazionale, nei confronti dello Stato, nonché nei confronti della Comunità Europea per il tramite della Regione;

 

Le Anci Regionali costituiscono il livello fondamentale della vita dell’ANCI, nell’intento di garantire la più estesa partecipazione degli Enti associati. Il sistema di rappresentanza del territorio e sul territorio in base al quale è articolata l’Anci è incentrato sulle Associazioni regionali. Come stabilito dall’Articolo 33 dello Statuto, esse godono -  nell’ambito degli indirizzi generali condivisi con l’ANCI nazionale - di piena autonomia sulla linea politica regionale. Il loro compito è quello di perseguire gli obiettivi generali dell’Associazione nell’ambito di ciascuna regione, in relazione alle prerogative e agli interessi delle singole comunità locali. Le Anci regionali godono di autonomia statutaria nell’ambito dei principi generali stabiliti dallo Statuto.

Spetta alla Conferenza dei Presidenti delle Associazioni regionali, formalmente istituita con l’Articolo 22 dello Statuto, coordinare i rapporti tra Associazione nazionale e Associazioni regionali, oltre che diffondere e condividere le buone pratiche di gestione e di servizio ai Comuni e agli altri enti locali interessati e proporre iniziative e attività di ambito nazionale d’intesa con l’Associazione nazionale. La Conferenza elegge un Coordinatore nazionale che dura in carica  tre anni, ed è affiancato da 4 Coordinatori d’area tematica, a rotazione annuale.

 

L’ANCI Puglia, nell'ambito dei principi generali stabiliti dallo Statuto dell'Associazione Nazionale, gode di autonomia, rappresenta gli associati, persegue gli obiettivi generali dell'Associazione nell'ambito della regione Puglia con la più ampia partecipazione degli associati, in particolare:

§  opera per dare piena attuazione al riconoscimento delle autonomie locali sancito dalla Costituzione;

§  promuove l'unità, nell'iniziativa e nella partecipazione alla gestione dei poteri locali e decentrati delle forze locali autonomistiche e dell'Associazionismo ed elabora e persegue una politica fondata su un programma di sviluppo economico, sociale, civile e culturale espressione degli interessi e delle aspirazioni delle popolazioni pugliesi;

§  promuove il coordinamento delle attività delle amministrazioni associate;

§  studia e propone iniziative a favore dello sviluppo economico e sociale della regione;

§  presta consulenza tecnica  e assistenza ai soci che la richiedono;

§  promuove ed incoraggia iniziative per elevare l'educazione civica dei cittadini pugliesi e per diffondere la cultura delle autonomie locali;

§  individua e propone l'adozione di strumenti per incrementare la partecipazione dei cittadini pugliesi alla vita amministrativa del proprio Comune;

§  opera per un decentramento delle funzioni di interesse pubblico ad ogni livello, favorisce la costituzione di strumenti democratici per una più larga partecipazione alla vita degli Enti Locali;

§  promuove convegni e dibattiti, pubblica studi, atti anche a mezzo di propri organi di stampa;

§  promuove e coordina lo studio e le soluzioni, anche con proposte articolate, di problemi che interessano i Comuni pugliesi;

§  interviene in ogni sede nella quale si discutono o si amministrano interessi dei Comuni pugliesi o che investono direttamente i Comuni stessi;

§  partecipa a società, enti e consorzi che operano nel campo delle attività degli Enti Locali;

§  esamina ogni problema di interesse delle civiche amministrazioni promuovendo, nell'ambito delle proprie competenze, le necessarie iniziative;

§  rappresenta, nei casi previsti dalla legge, gli associati nei confronti delle organizzazioni dei sindacati regionali per le materie oggetto di contrattazione decentrata;

§  svolge attività con analoghe Associazioni (UPI-UNCEM-AICCRE-CISPEL) al fine di promuovere l'unificazione con le stesse.

 

Sono Organi dell’ANCI Puglia: l'Assemblea dei Soci, l'Assemblea Congressuale, il Consiglio Regionale,  il Comitato Direttivo, il Presidente, il Collegio dei Revisori dei Conti.

 

L’ANCI Puglia si articola nei seguenti tre Dipartimenti, ciascuno con un proprio referente, si occupano dei fondamentali problemi d'interesse per gli associati.

1) Politiche di Sviluppo;

2) Decentramento,;

3) Politiche Sociali e servizi alle persone.

 

Sono inoltre istituiti in seno all’Associazione:

 

§  la Consulta dei Piccoli Comuni, con un proprio presidente eletto, la quale rappresenta i Comuni aderenti  con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti. La Consulta svolge attività di proposta, promozione e programmazione delle iniziative politiche e tecniche rivolte al conseguimento degli obiettivi di interesse dei Piccoli Comuni ed alla loro valorizzazione;

 

§  il Coordinamento dei Presidenti dei Consigli comunali, il quale rappresenta tutti i consiglieri dei comuni pugliesi, per assicurare una adeguata presenza delle assemblee comunali nella vita dell’associazione; 

 

·         La Consulta Anci Giovane Puglia: la Consulta dell’Associazione che riunisce e rappresenta la realtà degli amministratori under 35 e che attraverso le proprie articolazioni, iniziative ed attività ha l’obiettivo di mettere in rete, valorizzare e promuovere i giovani amministratori attivi e presenti in tutti i Comuni.

 

§  i Coordinamenti Provinciali, per un migliore collegamento con i comuni delle varie province della regione.

 

La nuova sede Anci Puglia di Bari inaugurata dal presidente Graziano Delrio

 

A un anno dalla sua elezione a presidente nazionale dell’Anci, avvenuta nel corso della Assemblea congressuale di Brindisi 2011, Graziano Delrio è tornato in Puglia il 12 ottobre 2012 ed ha incontrato a Bari i sindaci della regione e per fare il punto sulla situazione finanziaria e istituzionale dei comuni.

L’incontro è stato promosso da Anci Puglia, che per l’occasione ha inaugurato ufficialmente la nuova sede di Bari. Presenti anche il vicepresidente di Anci Nazionale e sindaco di Bari, Michele Emiliano e il delegato Anci per il Mezzogiorno e sindaco di Potenza, Vito Santarsiero.

La nuova sede Anci Puglia è un immobile sito in Via Marco Partipilo 61 a Bari,  nei pressi della Chiesa di Santa Fara, che l’Associazione ha ottenuto in comodato gratuito dal Comune di Bari, come previsto dal Testo Unico Enti Locali.

Con la nuova sede e la propria struttura organizzativa,  in questa fase caratterizzata da rilevanti cambiamenti istituzionali e legislativi, l'Anci Puglia intende rinnovare il proprio impegno e il fattivo sostegno agli enti associati, con iniziative nazionali e regionali nell’interesse e a difesa delle Autonomie Locali.

Anci Puglia inoltre, intende rafforzare la propria attività di comunicazione: con il nuovo portale web www.anci.puglia.it, con un servizio di Rassegna stampa, che riporta le principali rassegne quotidiane, tematiche, locali, nazionali ed internazionali, e con una newsletter periodica per fornire ai comuni informazioni e aggiornamenti sul mondo delle autonomie locali.

 

 

L’ATTIVITA’ DELL’ANCI PUGLIA

 

 

  • I risultati del Patto di stabilità regionalizzato verticale “incentivato” in Puglia 2012

 

Grazie alla fattiva collaborazione tra Assessorato regionale al bilancio e Anci Puglia è stato possibile attuare il patto di stabilità regionale verticale “incentivato” 2012.  Sono 121 i Comuni pugliesi (su 174 interessati)  che vedranno migliorato il proprio saldo finanziario e "liberata" la propria capacità di spesa.

Sono 71 i milioni di Euro che la Regione ha ceduto ai Comuni per il 2012, quale quota del proprio "obbiettivo di Patto di stabilità", consentendo ai sindaci lo sblocco di pagamenti in conto capitale verso imprese creditrici. Nel 2011 erano 96 i Comuni beneficiari dei 30 milioni di € di spazi finanziari ceduti dalla Regione Puglia (20 milioni la quota a disposizione delle Province), oltre alle esigue risorse negoziate con il "patto di stabilità regionale orizzontale."

 

 

  • AnciPugliaEuropa

 

Dal luglio 2012 esiste AnciPugliaEuropa, nuovo servizio nato dalla collaborazione tra ANCI Puglia e l’Associazione Tecla, che si propone di fornire informazione e consulenza agli enti associati e di rafforzare la loro la capacità di intercettazione di opportunità di sviluppo offerte dalla UE, la partecipazione a bandi comunitari e la gestione di progetti finanziati. Il servizio prevede un’offerta informativa periodica su bandi e opportunità finanziarie, approfondimenti su politiche e processi decisionali europei dei comuni associati, giornate informative su iniziative e programmi europei. Nello specifico oltre ad una sezione web dedicata sul sito www.anci.puglia.it, i comuni riceveranno una Lettera di allerta periodica, con uno scadenziario dei bandi e potranno partecipare a degli infodays tematici.

 

  • Il Servizio Civile Anci Puglia

 

Dal 2008 l’ANCI Puglia è un ente accreditato di 2^ classe per il Servizio Civile, con 60 sedi accreditate, in 20 comuni aderenti, 13 progetti finanziati e oltre 100 volontari impegnati. L’intento è quello di promuovere e favorire lo sviluppo delle politiche giovanili sul territorio, sostenendo gli enti locali nella gestione dei progetti di servizio civile. L’Associazione dei comuni della Puglia  intende offrire una esperienza uncia, realizzare un inserimento “strategico” di nuove e giovani risorse all'interno degli enti locali con l'obiettivo di sostituire il servizio civile obbligatorio con la forma del “Servizio Civile Volontario”.

                                                                    

·         Gli accordi e le convenzioni di Anci Puglia

 

Anci Puglia, nella propria attività di supporto ai Comuni sigla intese, accordi e convenzioni. Questo ha consentito di creare una rete di relazioni, con soggetti istituzionali, come la Regione Puglia o le altre Associazioni di autonomie locali, ma anche con privati, con particolare attenzione  al settore del “privato sociale”.

Questa importante attività di partenariato ha contribuito a consolidare l'immagine e la posizione di Anci Puglia nel panorama politico istituzionale del territorio pugliese, divenendo interfaccia insostituibile nella relazione con le amministrazioni comunali.

 

·         Il Recupero della tassa concessione governativa per telefonia mobile

 

Dall’entrata in vigore del D.Lgs  n. 259 del 1° agosto 2003, per giurisprudenza ormai consolidata,  i Comuni sono esclusi dal pagamento della tassa di concessione governativa sulla telefonia mobile prevista dall’art. 21 della tariffa allegata al DPR  n. 641 del 26 ottobre 1972. Trattasi di 154,92 euro all’anno per ogni telefono cellulare in uso per conto del Comune. Molte Amministrazioni comunali hanno continuato a pagare la suddetta  tassa anche dopo l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 259 del 2003 e, pertanto, è possibile chiederne il rimborso.

L’ANCI Puglia, tramite un avvocato convenzionato,  assiste tutti i Comuni interessati, a cominciare dalla predisposizione della richiesta di rimborso e coltivando anche l’eventuale contenzioso che dovesse rendersi necessario in caso di mancata concessione del rimborso.

 

 

·         La Scuola Per Amministratori – S.P.A. 2012 “Per correre insieme verso un'Europa migliore” – Anci Giovane Puglia

 

A marzo 2012 è iniziato in Puglia il primo Corso regionale di formazione per Amministratori locali under 40, denominato “Per correre insieme verso un’Europa migliore”, promosso dall’ANCI Puglia e ANCI Giovane Puglia e  realizzato dalla Associazione “Giovaninforma”. Il corso, interamente gratuito, consta di un ciclo di seminari, per complessive ottanta (80) ore di didattica, svolte a Bari da marzo a  ottobre. Il Corso ha promosso i territori attraverso la centralità degli Enti Locali  e la valorizzare dei giovani Amministratori come potenziali portatori di innovazione e modernizzazione;

 

 

·         Gli stages  dei Masters dell’ Università del Salento nei Comuni pugliesi

 

Con l’accordo siglato nel luglio 2012, tra Direzione Masters Europei Università del Salento e Anci Puglia, i giovani laureati formati nei 6 Masters: European ICT,  European Business Law,  EU Projects,  European Translator,  Human Resources Management  e  Tourism Management,  possono svolgere i tirocini formativi previsti presso i Comuni pugliesi. Anci Puglia intende rafforzare il rapporto con l’Università e investire nei giovani, perché ritiene fondamentale  l'integrazione della scuola, ad ogni livello e in questo caso dell'alta formazione, con il territorio, le imprese e con le realtà dei Comuni. 

 

 

·         Il rapporto “Comuni Ricicloni Puglia”

 

Anci Pugla, anche a seguito del l’accordo siglato con Legambiente Puglia nel febbraio 2006,  alla realizzazione di “Comuni Ricicloni Puglia”, il rapporto regionale annuale che fotografa il sistema di gestione dei rifiuti e le buone pratiche messe in atto in Puglia per premiare le migliori performance e spronare le amministrazioni comunali a fare di più e meglio sul fronte della raccolta differenziata.

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

Database comuni

E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

Accedi all'area

Effettua il login

Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

Effettua il login - Registrati

Collabora al sito

Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home Anci ANCI Puglia oggi