Anci Puglia

L'Anci Nazionale

L’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) nasce ufficialmente nel 1901, le attese e le spinte innovatrici di cui era intriso l’inizio del 20° secolo evidenziarono la necessità di creare un organo di rappresentanza dei Comuni in grado di porsi come forza autonoma ed interlocutrice di fronte allo Stato. Modello ispiratore fu la Lega dei Comuni d’Inghilterra, infatti, tra i documenti del primo Congresso ANCI sono stati rinvenuti il Regolamento ed un Verbale dell’Assemblea inglese.

Sono da annoverare due importanti fasi nella vita dell’Associazione Nazionale: la costituzione del 1901 e la rifondazione del 1946 con il Convegno di Roma. Parma divenne il centro delle rivendicazioni dei Comuni anche se significativi furono alla fine dell’ottocento le dichiarazioni del Sindaco di Foligno nel 1892 e quelle del Convegno dei Sindaci di Roma nel 1894. Era evidente la ricerca di una nuova dimensione del Comune, non più considerato nell’accezione liberista come mera funzione fiscale della società civile, che tutto riporta all’autorità statale ma come un’entità vitale in continuo apprendimento con precise mansioni ed obblighi verso la propria collettività.

L’iniziativa da Parma fu poi trasferita a Milano, luogo in cui si confidava avrebbe ottenuto maggiore successo. Il 5 ottobre 1901 il Sindaco di Milano Giuseppe Mussi comunicò al Comitato promotore che nei giorni 17 – 18 e 19 ottobre di quell’anno, presso l’incantevole Teatro Regio di Parma, si sarebbe tenuto il Primo Congresso dell’Associazione. I Comuni aderenti furono 1044 di cui 28 per la Puglia. Il primo Presidente Nazionale fu Giuseppe Mussi, Sindaco di Milano. Seconda ed ultima fase fu la Rifondazione dell’ANCI, la quale avvenne nel Convegno di Roma del 6, 7 e 8 settembre 1946. La difesa e l’affermazione dell’autonomia comunale riprese vigore dopo il fascismo, il carattere popolare della resistenza rese consistente l’esigenza di una forma di “autonomia partecipata” in contrasto con lo Stato moderno accentratore. L’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani partecipò attivamente alla stesura della Carta Costituzionale proponendosi con fermezza “la conquista e la difesa delle libertà municipali in ogni manifestazione di vita e dell’attività comunale”.

L’ANCI oggi raccoglie circa 7000 Comuni associati (rappresentativi del 90% della popolazione) sugli 8101 Comuni d’Italia, a testimonianza di un forte radicamento nel tessuto sociale, geografico e culturale italiano. Suo scopo preminente resta la difesa e l’affermazione del Principio di Autonomia Comunale sancito dalla Costituzione.

Obiettivo fondamentale dell’attività dell’ANCI è rappresentare e tutelare gli interessi dei Comuni di fronte a Parlamento, Governo, Regioni, organi della Pubblica Amministrazione, organismi comunitari, Comitato delle Regioni e ogni altra Istituzione che eserciti funzioni pubbliche di interesse locale.

Questo approccio complessivo si traduce concretamente in una serie di attività che caratterizzano l’operato quotidiano di un’associazione che costituisce di fatto l’interlocutore individuato nel tempo da tutti i governi nazionali per rappresentare la realtà degli enti locali.

Database comuni

E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

Accedi all'area

Effettua il login

Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

Effettua il login - Registrati

Collabora al sito

Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home Anci L'Anci nazionale