Anci Puglia

Emergenza Idrica: vertice tra Regione, AQP, Anci e AIP per contenimento consumi

Stampa

Necessarie misure di contenimento dei consumi idrici. Nel contesto particolarmente difficile che stiamo attraversando, tutti, l'Aqp, le Istituzioni e i cittadini sono chiamati a dare il proprio contributo alla salvaguardia delle risorsa idrica. La continua e progressiva riduzione della risorsa idrica alle fonti di approvvigionamento, a causa della perdurante siccità che investe anche il nostro territorio, impone nuove misure di contenimento dei consumi. A tal fine, a partire dal 10 novembre 2017, verrà ulteriormente ridotta la pressione idrica nelle reti, su tutto il territorio servito.  È quanto stabilito, d’intesa con la Autorità di Distretto del Bacino dell’Appennino Meridionale, nel corso di un vertice sull’emergenza svoltosi questa mattina presso l’Assessorato regionale ai Lavori Pubblici, cui hanno partecipato oltre all’Assessore, Annamaria Curcuruto, il Presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto, l’Autorità Idrica Pugliese e Acquedotto Pugliese.

Le particolari condizioni climatiche, infatti, fanno registrare una sempre più ridotta disponibilità di acqua dalle sorgenti storiche di Caposele e Cassano Irpino (33% in meno rispetto alla media del periodo) e dalle dighe (50% di milioni di mc in meno invasati rispetto allo scorso anno).

Acquedotto Pugliese si è impegnato a garantire, comunque, il livello minimo di erogazione previsto dalla Carte dei Servizi, assicurando una pressione di 0,5 atmosfere al contatore. Le restrizioni potrebbero causare disagi ai piani superiori al primo, negli stabili privi di idonei impianti di autoclave.

Leggi tutto: Emergenza Idrica: vertice tra Regione, AQP, Anci e AIP per contenimento consumi

#Anci2017 - Anci Nazionale: "Le tre cose che ci portiamo a casa da Vicenza"

Stampa
(Anci Nazionale) VICENZA - L’Assemblea annuale dell’Anci, a Vicenza, si è conclusa dopo tre giorni di lavoro. E non è stato solo il consueto momento di confronto politico sulle istanze dei sindaci: ha rappresentato uno spaccato significativo della vivacità dei contesti urbani italiani. Le soluzioni e le proposte emerse da sindaci e assessori di piccoli e grandi Comuni sono il cuore di un dibattito che idealmente abbraccia tutta la Penisola e i temi di maggiore impatto sulla vita quotidiana dei cittadini. Da sicurezza e inclusione sociale all’uscita dalla crisi, fino all’innovazione e alla sostenibilità ambientale: lo slogan “Cittàpuntozero, immagina il domani, governa l’oggi” dell’assemblea, inaugurata alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è concretizzato in esperienze, pratiche e proposte che animeranno anche nei prossimi mesi il dibattito pubblico del nostro paese.
Ecco i tre punti-chiave emersi dai tre giorni di lavori di Vicenza 
Il rinnovato protagonismo dei Comuni nella vita del paese
I Comuni si confermano il livello di governo verso cui le persone ripongono maggior fiducia, soprattutto i giovani fino a 29 anni e gli anziani; i sindaci sono la carica pubblica da cui ci si sente maggiormente rappresentati. “E’ l’elezione diretta a conferirci una particolare autorevolezza – ha commentato il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, durante una vivace intervista pubblica, affidata a Marco Damilano, che ha chiuso i lavori -. Un’autorevolezza che anche il governo ci riconosce quando ci coinvolge nei provvedimenti sul lavoro, penso al Rei, o nella gestione della sicurezza. Per la verità – ha aggiunto ironico - godiamo anche di un particolarissimo privilegio. Anzi due: abbiamo il limite dei due mandati e non possiamo rappresentare le nostre comunità in parlamento, perché da sindaci siamo ineleggibili. Evidentemente si teme il nostro consenso”.
La fiducia nei confronti dei sindaci è confermata dai dati dell’indagine Swg commissionata dall’Anci. Ad essa, inevitabilmente, si accompagna la responsabilità di garantire qualità della vita dei territori, di tracciare le traiettorie di crescita delle città e di promuovere lo sviluppo economico: tutte priorità ritenute importanti da oltre l’85 per cento degli italiani. 
Il richiamo alla credibilità dei sindaci agli occhi dei cittadini, proposto in più occasioni da ministri e alte cariche dello Stato intervenuti nei diversi momenti dell’assemblea, confermano una volta di più i Comuni come un pilastro della vita della Repubblica, capaci di dare risposte concrete ed efficaci per l’inclusione sociale di stranieri e fasce deboli ma anche chiamati a disegnare nuove economie e strategie per l’attrattività dei territori. Decisivo il sostegno dello Stato per rilanciare gli investimenti su settori ritenuti decisivi per la qualità della vita dei Comuni, come il trasporto pubblico, e per favorire la messa in sicurezza delle infrastrutture vitali e di un territorio fragile ma ravvivato, come nel caso dei comuni colpiti dal terremoto, da un nuovo spirito di comunità. 
Le risposte positive del Governo alle istanze dell’Anci
Il governo, come dimostra la partecipazione in forze ai lavori dell’assemblea dell’associazione dei Comuni, la sua collaborazione l’assicura. Il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio oltre ad annunciare un “piano Marshal per il trasporto pubblico locale” si è impegnato per un intervento che limiti il contenzioso che segue tantissime gare pubbliche, paralizzando i cantieri. Il ministro all’Ambiente Gianluca Galletti, affida anche alla collaborazione con i Comuni un “cambio di paradigma nell’affrontare le sfide ambientali”.  
I temi dell’agenda sono stati numerosi. Richiederanno, come sottolineato dal presidente Decaro un confronto serrato “anche duro” nei prossimi mesi.  
Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, però, intervenendo nel pomeriggio di giovedì ai lavori dell’Anci, ha intanto fatto tre importanti aperture. Ha annunciato l’impegno del governo per rendere più graduale la nuova contabilità mitigando gli effetti sul fondo crediti dubbia esigibilità e di conseguenza sulla spesa corrente che, frenata dall’obbligo di accantonamento di risorse, metterebbe a rischio i servizi essenziali, soprattutto per i cittadini più fragili. Un’altra istanza di Decaro e dell’Anci accolta da parte del capo del governo è quella di rendere stabile, probabilmente con cadenza annuale, l’esperimento felice del bando delle periferie: per “ricucire il tessuto delle città medie e grandi con strumenti di pianificazione dal basso nella cornice di una regia nazionale”. Infine i Piccoli Comuni, 5.591, il 55 per cento del territorio nazionale. Per Decaro è necessario irrobustire le risorse previste dalla legge per la loro valorizzazione, finalmente approvata. Gentiloni si è detto senz’altro d’accordo con la tesi che il ripopolamento e servizi di buon livello garantiscono sviluppo economico e tutelano il territorio e ha riconosciuto la necessità di fondi più robusti per centrare l’obiettivo. 
L’Assemblea non è stata solo occasione per ricordare gli stanziamenti messi in campo ma anche per discutere i punti di confronto ancora aperti e al centro del dibattito nei prossimi mesi: dai fondi per mettere in sicurezza le funzioni di Città metropolitane e Province – manutenzione di scuole e strade, prima di tutto -- da inserire in Legge di Bilancio al Bonus comunità da indirizzare ai residenti in difficoltà, nei Comuni che accolgono rifugiati e richiedenti asilo, con l’obiettivo di evitare una insensata guerra “tra ultimi e penultimi”.  
La vivacità di temi e soluzioni sviluppate in piccoli e grandi centri
Il sostegno alle piccole e medie imprese di Bergamo e Rimini, gli usi condivisi dei beni comuni a Napoli e Torino, le politiche per l’invecchiamento attivo di Udine e Riccia, il supporto alle imprese creative e alla cultura di Mantova e Matera ma anche le politiche per la sostenibilità di Appignano del Tronto e Melpignano o le strategie di accoglienza integrata di Sant’Alessio in Aspromonte e Messina: le esperienze di successo di piccoli e grandi Comuni, fonte di ispirazione per altri sindaci e amministratori, rappresentano il cuore del confronto dell’assemblea Anci, declinato su tre direttrici, ambiente, economia e qualità della vita. 
I temi al centro di sessioni plenarie e incontri a latere testimoniano la vitalità del dibattito urbano nel nostro Paese e delineano scenari di confronto che avvicinano l’Italia all’Europa. Dal futuro delle politiche di coesione all’utilizzo di digitale e social media per partecipazione civica e governance innovativa, fino a salute, ambiente e sicurezza stradale: l’Agenda Urbana nazionale si compone dalla molteplicità di spunti emersi nella tre giorni di #Anci2017. Leggli gli interventi dell'ultima giornata di lavori di Matteo RicciFranco LandellaGianluca CallipoMatteo BianchiLuca VecchiMaria Rosa PavanelloYuri SantagostinoCristina GiachiMicaela FanelliFulvio CentozAlessandro Canelli; Alessandro BolisAlberto AvettaFrancesco Marango; Ilaria Caprioglio; Matteo Biffon; Stefano Ioli CalabròEnrico Ioculano.  (comunicato Anci Nazionale)

Aip e Anci presentano Bonus idrico 2017 - Domande entro 31/12/2017

Stampa

E' possibile scaricare il pdf del manifesto relativo alla campagna di comunicazione a cura dell'Autorità Idrica Pugliese in merito al "Bonus Idrico - agevolazione sui consumi 2016" - cliccando quì 

Autorità Idrica Pugliese e Anci Puglia comunicano che fino al 31 dicembre 2017 i residenti della Regione Puglia e utenti intestatari di una fornitura idrica individuale o condominiale potranno presentare la domanda per accedere ai contributi in merito al “Bonus Idrico Puglia 2017” relativamente ai consumi dell’anno 2016. Una misura – la cui operatività è assicurata da Autorità Idrica Pugliese, Anci Puglia, Regione Puglia e Aqp - destinata alle fasce meno abbienti ed in disagio economico e/o fisico che consiste in un rimborso dei consumi precedenti.

“Il Bonus Idrico si rivolge alle fasce deboli della popolazione che necessitano di maggiori tutele economiche – commenta il presidente dell’Autorità Idrica Pugliese Nicola Giorgino –. Uno strumento di protezione sociale frutto dell’impegno congiunto messo in campo da Aip, Anci, Regione Puglia e Aqp volto a conseguire risultati incisivi in favore delle utenze più bisognose”.

“Acqua e servizi sanitari fanno parte dei diritti primari fondamentali che vanno  garantiti in un paese civile. Gli enti locali – prosegue il presidente Anci Puglia Domenico Vitto - devono avere attenzione particolare verso le fasce più svantaggiate delle proprie comunità. Importante confermare questa iniziativa di contrasto alla povertà per sostenere concretamente le utenze che versano in condizioni di disagio economico sociale, garantendo loro accesso al servizio idrico a condizioni agevolate”.

Per la presentazione della domanda sono disponibili i seguenti canali: via internet dal sito https://www.bonusidrico.puglia.it/application/ via telefono fisso dal numero verde automatico 800.660.860. Non saranno accolte modalità differenti di presentazione delle domande. Il servizio è sempre disponibile 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno.

Possono presentare la domanda inerente il bonus idrico tutti i cittadini residenti in Puglia che hanno usufruito di un bonus elettrico per una fornitura localizzata nella Regione Puglia nel 2016.  Per poter usufruire dell'agevolazione non devono sussistere situazioni di morosità nel pagamento delle fatture.

Per presentare la domanda di bonus idrico occorre avere a disposizione: il codice POD della fornitura elettrica, per la quale è stata ottenuta una agevolazione di tariffa elettrica nel 2016; la data di nascita dell'intestatario della fornitura elettrica o, in alternativa, il codice fiscale; il codice cliente ed il numero contratto dell'attuale fornitura idrica AQP.

Le modalità di accesso al bonus per l’annualità 2017 sui consumi 2016 coinvolgono  le categorie con ISEE uguale o inferiore a 7.500 euro, con ISEE uguale o inferiore a 20.000 euro per famiglie con più di 4 figli a carico e/o con disagio fisico.

I soggetti beneficiari del Bonus Idrico riceveranno, tramite missiva, l’informazione circa l'avvenuta attribuzione del bonus ed il relativo ammontare che verrà accreditato direttamente in fattura. Sul portale del Bonus Idrico Puglia i cittadini potranno, inoltre, consultare lo stato della domanda inoltrata per verificare l’evoluzione della stessa.

 

E' possibile scaricare il pdf del manifesto relativo alla campagna di comunicazione a cura dell'Autorità Idrica Pugliese in merito al "Bonus Idrico - agevolazione sui consumi 2016". Una misura – la cui operatività è assicurata da Autorità Idrica Pugliese, Anci Puglia, Regione Puglia e Aqp - destinata alle fasce meno abbienti ed in disagio economico e/o fisico che consiste in un rimborso dei consumi precedenti.

XXXIV Assemblea Nazionale Anci:11-13 ottobre a Vicenza

Stampa
La XXXIV  Assemblea annuale Anci-Expo, l’appuntamento più prestigioso dell’Associazione, si svolgerà nella città di Vicenza dall’ 11 al 13 Ottobre 2017 presso il modernissimo complesso Fieristico Vicenza Fiera. Un focus di dialogo tra amministratori, addetti ai lavori, mondo delle imprese e Governo per confrontarsi sui principali temi politici d’interesse degli Enti Locali. In vista dell’appuntamento, sul sito Anci verranno resi disponibili tutte le informazioni utili.
Guarda i video cartoon #BuonecoseAnciAnche quest'anno Anci puglia ha previsto il rimborso di una quota aggiuntiva a quella di Anci Nazionale, per la partecipazione all'assemblea di Vicenza dei piccoli Comuni pugiesi.  Tutte le info e il programma su http://www.xxxivassemblea.anci.it/
 
 
 
 
 

 

Programma

Format di preadesione 

Note Organizzative

Scheda Transfer Aeroporti

Prenotazioni alberghiere

Richiesta di rimborso per i piccoli Comuni

Procedura di rimborso per i piccoli Comuni

Procedura rimborso aggiuntivo piccoli Comuni Pugliesi

 

 

Servizio civile Anci Puglia 2017: Elenco ammessi, date e sedi selezioni

Stampa

In allegato elenco dei candidati ammessi ed esclusi selezioni

Anci Puglia comunica che le selezioni dei volontari dei progetti  di Servizio civile Anci Puglia - bando scadenza 26 giugno 2017, si terranno nelle seguenti date e sedi:

  • martedì 26 settembre 2017 ore 9,30 a Lecce, Sala Open Space - Piazza Sant'Oronzo -  per i candidati che hanno presentato domanda per le sedi dei Comuni in provincia di Lecce
  • martedì 3 ottobre 2017 ore 9,30 a Bari, Sede Anci Puglia - Via Marco partipilo (Zona Santa Fara - da Tangenziale Uscità 10A Picone - Da Stazione autobus linea 20) - per i candidati che hanno presentato domanda per le restanti sedi.

I candidati dovranno presentarsi muniti di documento di riconoscimento valido.

Si ricorda che : 

TUTTE LE COMUNICAZIONI PER I CANDIDATI RELATIVE AL PRESENTE BANDO, COMPRESE QUELLE INERENTI DATE E SEDI DI SELEZIONE, SARANNO PUBBLICATE, CON VALORE DI NOTIFICA, SU QUESTO SITO INTERNET, www.anci.puglia.it  IN HOME PAGE – Sezione Top news.

In allegato elenco dei candidati ammessi ed esclusi selezioni

 

Vaccini: siglata intesa tra Regione Puglia, Anci e Ufficio scolastico regionale per semplificazione procedure

Stampa

sen. Luigi Perrone - presidente Anci PugliaRegione,  Anci e Ufficio scolastico regionale hanno siglato un Protocollo di Intesa finalizzato a semplificare gli adempimenti amministrativi relativi all'attuazione della legge sui vaccini in Puglia.

In base all'Intesa sottoscritta, le scuole potranno trasmettere direttamente alle Asl, territorialmente competenti, gli elenchi degli alunni iscritti. Le Asl, ricevuti gli elenchi, procederanno alla verifica della situazione vaccinale di ogni iscritto attraverso le proprie anagrafi vaccinali e successivamente contatteranno le famiglie che risulteranno non in regola.  Questa possibilità è stata estesa anche alle scuole comunali grazie al coinvolgimento di ANCI Puglia.

Non sarà necessario dunque che le scuole segnalino alle ASL la posizione di ciascun alunno, poiché la verifica degli obblighi vaccinali potrà essere effettuata direttamente dagli uffici preposti incrociando i dati relativi agli alunni iscritti con i dati presenti nell'anagrafe vaccinale regionale informatizzata. Si tratta di una semplificazione importante considerate le cifre. I minori (0/17 anni) in Puglia sono circa 680.000 (679.848), di cui all'incirca 600.000 i minori iscritti nei 664 istituti scolastici.

Sulla trasmissione degli elenchi si è già espresso positivamente il garante della Privacy sul parere richiesto dalla Regione Toscana. Si sta lavorando in queste ore per la messa a punto dei dettagli tecnici ed operativi dell'attività.

Vai al  Protocollo di Intesa 

 

Servizio civile Anci Puglia: selezioni bando 2017

Stampa

Si comunica che le selezioni dei progetti di Servizio civile Anci Puglia relative al bando scadenza 26 giugno 2017, si svolgeranno tra l'ultima settimana del mese di settembre e la prima settimana del mese di ottobre 2017. Saranno pubblicati gli elenchi dei candidati ammessi alle selezioni, date e sedi di selezione. 

Fondi UE: Lettera allerta e Rassegna stampa europea APE luglio 2017 con opportunità per Comuni

Stampa

Anci Puglia Europa rende disponibili gli strumenti di informazione sui Fondi comunitari e sulle opportunità previste, con una selezione dei più recenti bandi europei di finanziamento diretto e di cooperazione territoriale, di particolare interesse per il sistema pubblico degli enti locali pugliesi:

Rassegna stampa europea luglio 2017

    Numero di luglio 2017 della Lettera d'allerta  Anci Puglia - TECLA Europa contenente una selezione dei più recenti bandi europei di finanziamento diretto e di cooperazione territoriale, di particolare interesse per il sistema pubblico degli enti locali pugliesi.

    Nelle prime pagine, molto interessanti sono il bando per progetti standard del programma “Bacino del Mediterraneo ENI CBC MED 2014-2020” con scadenza 9 novembre 2017 e quello per progetti di interesse comune nel settore dell’energia sotto il programma “Meccanismo per collegare l’Europa” con scadenza 12 ottobre 2017. 

    In evidenza anche i bandi "Azioni volte a sostenere progetti trans-nazionali per migliorare i diritti degli indagati o imputati di reato e i diritti delle vittime della criminalità" del programma Giustizia e "Sostegno ai diritti umani: uguaglianza di genere e diritti dei gruppi vulnerabili", che fa parte dello Strumento di sostegno alla Democrazia e ai Diritti Umani dedicato all'Uzbekistan.

    Infine, è sempre disponibile un aggiornamento in tempo reale degli ultimi bandi pubblicati nella sezione Bandi News del sito ufficiale TECLA, consultabile al seguente link: http://www.tecla.org/newsdue.php

    Rassegna stampa europea luglio 2017

    Numero di luglio 2017 della Rassegna stampa europea ANCI puglia – TECLA Europa contenente una selezione delle notizie ed eventi europei di particolare interesse per il sistema pubblico degli enti locali pugliesi.

    In questo numero:

    • Il Comitato delle Regioni elegge il nuovo presidente 
    • UE e Giappone raggiungono un accordo sul trattato di libero scambio
    • Parlamento Europeo approva il Fondo europeo per lo sviluppo sostenibile
    • Terremoto: maggior ruolo dei fondi UE nella ricostruzione
    • Fondi Ue: l'Italia migliora nella selezione dei progetti
    • In arrivo due bandi dell’iniziativa UE per lo sviluppo urbano
    • Duemila nuovi eco-bus entro il 2019 grazie a iniziativa UE

    EVENTI

    • Settimana europea delle Regioni e delle Città
    • Parte Innovatour, il Road Show 2017 di Città dei Motori su innovazione, sicurezza stradale, sport motoristici e turismo

    In BREVE dai TERRITORI UE

    • Evento formativo sulla mobilità ciclistica organizzato da TECLA a Milano
    • Tre progetti italiani fra le eccellenze regionali europee

    Rigenerazione urbana sostenibile: slitta al 29 settembre termine scadenza bando regionale

    Stampa

    Il bando prevede finanziamenti per oltre 108 milioni ed è rivolto a tutti i Comuni, piccoli, medi e grandi della Puglia, che possono concorrere in forma singola o associata. Scarica le slides su bando regionale rigenerazione urbana

    La Giunta regionale nella seduta di ieri 28 luglio ha approvato un ulteriore differimento del termine di scadenza dell'avviso pubblico regionale sulla rigenerazione urbana sostenibile. L'assessore regionale all'urbanistica Alfonso Pisicchio, preso atto delle richieste rappresentate dai Comuni nel corso dell'incontro congiunto Anci-Regione svoltosi lo scorso 21 luglio a Bari, ha accordato una ulteriore proroga del bando al 29 settembre 2017.

    "Ringrazio il presidente Michele Emiliano e il neo assessore all'urbanistica Alfonso Pisicchio. - ha commentato il presidente Anci Puglia sen Luigi Perrone - Prosegue la proficua intesa interistituzionale Regione-Anci. I Comuni sono molto interessati a questa opportunità di rilancio economico sociale dei territori e lo abbiamo percepito nel corso dell'incontro tematico che abbiamo organizzato insieme alla Regione lo scorso 21 luglio a Bari. Questa ulteriore proroga al 29 settembre, è un provvedimento indispensabile per favorire la più ampia partecipazione al bando dei Comuni, specialmente di quelli che hanno rinnovato le proprie amministrazioni nella recente tornata elettorale."

    Leggi tutto: Rigenerazione urbana sostenibile: slitta al 29 settembre termine scadenza bando regionale

    XXXIV Assemblea Nazionale Anci: appuntamento a Vicenza dall'11 al 13 ottobre

    Stampa
    La XXXIV  Assemblea annuale Anci-Anci Expo, l’appuntamento più prestigioso dell’Associazione, si svolgerà nella città di Vicenza dall’ 11 al 13 Ottobre 2017 presso il modernissimo complesso Fieristico Vicenza Fiera. Un focus di dialogo tra amministratori, addetti ai lavori, mondo delle imprese e Governo per confrontarsi sui principali temi politici d’interesse degli Enti Locali. In vista dell’appuntamento, sul sito Anci verranno resi disponibili tutte le informazioni utili.  

    Violenza di genere: nuovo bando da 10mln euro per finanziamento progetti prevenzione e contrasto fenomeno

    Stampa

    Gli enti locali, in forma singola e associata, possono partecipare a tutte le linee di intervento dettagliatamente descritte nell'allegato 1 del bando .

    Anci Puglia informa che è' stato pubblicato sul sito internet del Dipartimento per le pari opportunità (www.pariopportunita.gov.it ) e sulla Gazzetta Ufficiale, il nuovo bando di finanziamento dei progetti volti alla prevenzione e al contrasto alla violenza alle donne.

    Il bando finanzierà progetti per 10 milioni di euro e permetterà di supportare attività di sensibilizzazioni rispetto alle seguenti aree d'intervento:
    1. donne migranti e rifugiate,
    2. inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza,
    3. supporto alle donne detenute che hanno subito violenza,
    4. programmi di trattamento di uomini maltrattanti,
    5. supporto e protezione delle donne sottoposte anche a violenza "economica"
    6. progetti di sensibilizzazione, prevenzione e educazione.

    Gli enti locali, in forma singola e associata, possono partecipare a tutte le linee di intervento dettagliatamente descritte nell'allegato 1 del bando .

    Presentati a Comuni e Stampa bandi su Rigenerazione urbana e Impiantistica sportiva

    Stampa

    Scarica le slides su bando regionale rigenerazione urbana e  le slides su bando nazionale Anci-ICS "Sport missione Comune"Il bando regionale sulla rigenerazione urbana scade 11 settembre 2017 e prevede finanziamento di 108milioni e 100mila euro, di cui 61 milioni destinati a inclusione sociale e lotta povertà. Bando nazionale "Sport missione Comune" scade 28 ottobre 2017, ha dotazione finanziaria di 200 milioni di euro e prevede mutui a tasso zero durata di 15 anni per importi fino a 2 milioni

    Sono stati presentati a Bari, nel corso di un incontro informativo congiunto Anci-Regione-Coni, presso la sede Anci Puglia, il bando regionale sulla Rigenerazione urbana sostenibile e il bando nazionale Anci-ICS “Sport Missione Comune”, con mutui per 200 milioni per il miglioramento e l’efficientamento dell’impiantistica sportiva. Presenti oltre al presidente Anci Puglia sen. Luigi Perrone, l’Assessore regionale all'urbanistica Alfonso Pisicchio, la dirigente regionale Pianificazione e territorio, Laura Casanova,  il Consigliere nazionale Coni Elio Sannicandro, il presidente del Coni Puglia Angelo Giliberto, il responsabile regionale dell'Istituto per il Credito Sportivo Vincenzo Fucci, la referente per la soprintendenza belle arti e paesaggio delle province di Lecce, Brindisi e Taranto e il coordinaltore regionale Anci Giovane Puglia Gianluca Vurchio. Presenti in molti, tra sindaci amministratori e tecnici dei Comuni pugliesi.

    Leggi tutto: Presentati a Comuni e Stampa bandi su Rigenerazione urbana e Impiantistica sportiva

    Conferenza Unificata Il presidente Anci: “Rifinanziare fondi Pac per infanzia e anziani non autosufficienti"

    Stampa
    (Fonte Anci Nazionale) "Abbiamo chiesto di rifinanziare il Pac, il Piano d'azione e coesione per l'infanzia e gli anziani non autosufficienti con un fondo da inserire nel decreto sul Mezzogiorno, inoltre abbiamo presentato emendamenti al decreto per far scorrere, nei Comuni del Sud, la graduatorie del bando sulle aree degradate. Un altro emendamento al provvedimento lo abbiamo invece ritirato perché c’è l’impegno del governo e del ministro Delrio a una cabina di regia per costruire un fondo di rotazione sulla progettazione per i Comuni”. E’ quanto dichiarato dal presidente dell’Anci, Antonio Decaro, parlando con i giornalisti al termine della Conferenza Unificata.
    Durante la riunione di oggi, governo ed enti locali si sono confrontati anche sul reddito di inclusione. “Si tratta di una misura – ha detto Decaro – già in vigore in alcuni Comuni, tipo Livorno, Bari e a Napoli che sta per partire e in alcune Regioni come Puglia, Friuli ed Emilia-Romagna. Ora il provvedimento in discussione rende stabile questo finanziamento per i nuclei familiari in situazione di disagio socioeconomico e con Isee inferiore a 6mila euro, per i quali verranno attivati dei tirocini formativi, che saranno pagati direttamente dall'Inps".
    Decaro ha poi ricordato che "ci sarà una presa in carico diretta da parte dei Comuni, con un'equipe poli-specialistica che preparerà progetti mirati sulle singole persone appartenenti ai nuclei familiari in difficoltà socio-economiche”.
    Infine Anci ha dato parere favore al disegno di legge 73/2017 che interviene sulla prevenzione legata ai vaccini. Nel dare il parere Anci ha chiesto che l’onere della certificazione sulla vaccinazione non sia a carico del dirigente scolastico ma della Asl a cui dovranno rivolgersi i cittadini. Anci ha inoltre auspicato il posticipo al 10 ottobre del termine della presentazione della documentazione che attesta l’avvenuta vaccinazione. 

    Buoni servizio disabili e anziani: Domande entro 31 luglio 2017

    Stampa

    Presentazione domande per via telematica dal 3 al 31 luglio 2017 al link http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/CATALOGO  .  Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     Anci Puglia informa che, a seguito della approvazione dell’atto dirigenziale n. 457 del 30 giugno 2017 da parte della Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali dell’Assessorato al Welfare,  la Regione Puglia ha provveduto a concludere il riesame della procedura precedentemente avviata per l’ammissione a beneficio, così come richiesto dal Giudice Amministrativo [Ordinanza Cautelare TAR Bari, Sez. II, n. 44/2017 REG. PROV. CAU ] nell’ambito di un ricorso che aveva interessato l’Avviso n.1/2016, con l’approvazione del nuovo Avviso pubblico (Avviso n. 1/2017) per la presentazione delle domande di accesso alla misura “Buoni servizio per l’accesso ai servizi a ciclo diurno e domiciliari per anziani e persone con disabilità".

    Per effetto della nuova approvazione dell’Avviso n. 1/2017, sarà attiva nella mattinata di lunedì 3 luglio p.v. , a partire dalle ore 12:00, una nuova finestra, straordinaria, della durata mensile (fino alle ore 12:00 del 31 luglio 2017)  per la presentazione delle domande di accesso ai "Buoni Servizio per Disabili e Anziani non autosufficienti" di cui al OT IX del PO FSE 2014-2020 - Linea d'azione 9.7.

    L’Avviso Pubblico n.1/2017 sostituisce il precedente (Avviso n. 1/2016), pur ponendosi in perfetta continuità con lo stesso rispetto a tutte le regole procedurali già note e  confermando la piena validità amministrativa e contabile delle convalide di Buono servizio già disposte in esito alla 1^ finestra temporale di candidatura di ottobre 2016, che proseguiranno senza soluzione di continuità sino al 30 settembre 2017 (fine annualità operativa 2016/2017), e che quindi non devono presentare domanda fino alla suddetta data.

    Le uniche novità introdotte dall’Avviso n. 1/2017, in recepimento delle modifiche indicate dal Giudice Amministrativo sono le seguenti:

    a)    Ampliamento della soglia di “accesso” ISEE ORDINARIO del nucleo familiare al valore € 40.000,00;

    b)   Introduzione di una finestra “straordinaria”  per la presentazione delle NUOVE domande di Buono Servizio per tutto il mese di luglio, al fine di consentire ad un’eventuale nuova platea di utenza di richiedere il Buono Servizio per le ultime 3 mensilità della corrente prima annualità operativa.

    La presentazione delle domande, come consueto, avverrà esclusivamente per via TELEMATICA sulla piattaforma dedicata, all’indirizzo: http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/CATALOGO 

      - Sezione procedure telematiche – sottosezione Buoni Servizio , da cui sarà possibile accedere anche alla documentazione relativa al nuovo Avviso.

    Le domande a valere sulla finestra “straordinaria” di luglio 2017, potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 di lunedì 3 luglio p.v., fino alle ore 12:00 di lunedì 31 luglio 2017.

    Le domande presentate nella finestra straordinaria di luglio 2017, in caso di ammissione, garantiranno un Buono servizio della durata massima di c.a. 3 mensilità, fino alla data limite del 30 settembre 2017 (conclusione della 1^ annualità operativa).

    A seguire, a partire dalla annualità 2017-2018) l’Avviso n. 1/2017, prevede le 3 finestre ordinarie di candidatura: nel mese di ottobre, nel mese di febbraio e  nel mese di giugno, per ogni annualità operativa da replicarsi ciclicamente.

     L’Avviso Pubblico n. 1/2017,  è disponibile per la consultazione e il download, a partire dal 3 luglio,  sulla piattaforma dedicata.

    Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Database comuni

    E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

    Accedi all'area

    Effettua il login

    Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

    Effettua il login - Registrati

    Collabora al sito

    Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Sei qui: Home News Top news