Energia e sostenibilità: Contributi ai Comuni per efficientamento energetico e sviluppo sostenibile, annualità 2020

I contributi, come i precedenti previsti dall’art. 30 Dl Crescita, sono riconosciuti per classi di popolazione e finanziano opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. I Comuni devono iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020. Valgono quindi le indicazioni per i fondi utilizzati nel 2019, con qualche variazione in ottica di miglioramento e semplificazione. I contributi sono quindi riconosciuti anche ai Comuni che hanno utilizzato i fondi di cui all’art 30 del DL Crescita.

Pubblicato il 14 gennaio 2020 il decreto del Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, previsto dal comma 29 art. 1, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 Legge di Bilancio 2020, che ripartisce i contributi ai Comuni per l’annualità 2020.

I contributi, come i precedenti previsti dall’art. 30 Dl Crescita, sono riconosciuti per classi di popolazione e finanziano opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. I Comuni devono iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020. Valgono quindi le indicazioni per i fondi utilizzati nel 2019, con qualche variazione in ottica di miglioramento e semplificazione, come di seguito stabilito:

I contributi sono quindi riconosciuti anche ai Comuni che hanno utilizzato i fondi di cui all’art 30 del DL Crescita.