Politiche giovanili: Da Conferenza Unificata via libera a 7,3 milioni per i Comuni dal Fondo 2020. Anci: “Si conferma continuità per progetti innovativi”

Per il 2020 dal Fondo politiche giovanili i Comuni riceveranno 7,3 milioni di euro, una somma che ci permetterà di dare seguito a progetti innovativi sul territorio in favore dei nostri ragazzi, in continuità rispetto a quanto fatto negli anni passati. Ringraziamo il ministro Spadafora che, pur nelle difficoltà della legge di bilancio, ha saputo confermare anche per quest’anno risorse essenziali per il territorio”. Lo dichiara il vicepresidente vicario Anci, Roberto Pella, al termine della Conferenza Unificata, che oggi ha dato il via libera alla ripartizione 2020 del Fondo politiche giovanili (pari a 33,5 milioni di euro), che andranno per il 22 per cento ai Comuni, per il 26 per cento alle Regioni e per il 3 per cento alle Province. “Si conferma – spiega Pella – l’inversione di tendenza iniziata lo scorso anno che ridà corpo a risorse che nel triennio 2015-2018 si attestavano in media a poco più di 1 milione di euro all’anno.  Da parte loro i Comuni e Anci – conclude Pella – si metteranno subito al lavoro per garantire un alto livello qualitativo a dei progetti che ormai sono diventati una costante per i nostri giovani cittadini”.

Roma, 29 gennaio 2020</p>"