Anci Puglia

Formazione: "Novità su gestione e reclutamento personale" - evento Anci Puglia. Il 13 febbraio Hotel Majesty a Bari

Stampa

Le novità normative in in materia di gestione e reclutamento del personale sarà il tema della giornata formativa Anci Puglia che si terrà il prossimo giovedì 13 febbraio dalle 9 alle 14, l'Hotel Majesty di Bari.

L'evento è gratuito e si può partecipare compilando il form di registrazione entro martedì 11 febbraio alle ore 10,00 cliccando quì

 INFORMAZIONI UTILI PER LA REGISTRAZIONE:

  • In caso di difficoltà di accesso al form, chiedete ai vs colleghi del ced di autorizzare l'accesso al presente Modulo di Google, in alternativa accedete tramite una connessione esterna come ad esempio il vostro smartphone (non connesso al WiFi dell'ufficio ovviamente);
  • Il form non consente una registrazione multipla, quindi non è possibile inserire nello stesso campo i dati di due o più persone. La procedura va ripetuta per ogni singola adesione;
  • Per ogni ulteriore necessità potrete contattare l'ufficio formazione: 080.5231218   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Scarica Programma evento

Coronavirus: La circolare Ministero Salute con indicazioni agli operatori a contatto con pubblico

Stampa

Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata del Ministero della Salute.

A seguito della riunione del Comitato Operativo di Protezione Civile, a cui partecipa l’Anci Nazionale, in qualità di componente del Servizio,  sono state diramete in data odierna  le indicazioni del Ministero della salute  per gli operatori dei servizi/esercizi a contatto con il pubblico, con la quale sono forniti i chiarimenti circa i comportamenti da tenersi da parte degli operatori che, per ragioni lavorative, vengono a contatto con il pubblico, che fanno seguito alle Indicazioni diramate lo scorso 1 febbraio per le scuole. Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata del Ministero della Salute.

Stato-Città: Ripartiti primi 100 milioni del FSC. Decaro: “Finalmente nuove risorse per i Comuni”.Ottenuti impegni del Governo su Arera e su assunzioni

Stampa

Decaro ha incontrato ministra Lamorgese da cui ha ottenuto l'mpegno del Governo su due temi molto sentiti dai Comuni: lo slittamento dell’applicazione dei piani economici e finanziari previsti dalla delibera Arera, lasciando a quest’anno una funzione sperimentale; e in materia di personale, una circolare per chiarire i criteri relativi alle quote di  assunzione.

(Anci nazionale) “Dopo la lunga battaglia che abbiamo condotto per recuperare le risorse tagliate ai Comuni con la spending review del 2014, oggi mettiamo finalmente un punto fermo: la ripartizione dei primi 100 milioni messi a disposizione nella legge di bilancio per sanare quel taglio”. Lo dichiara il presidente dell’Anci Antonio Decaro, al termine della conferenza Stato città.

Nell’organismo che si riunisce periodicamente al Viminale, presieduto dalla ministra Luciana Lamorgese, è stato infatti approvato il riparto dei 100 milioni riconosciuti ai Comuni in legge di bilancio a parziale ristoro del taglio del dl 66 del 2014, finalmente riconosciuto come transitorio. “Due i criteri adottati per suddividerli – dice Decaro -, in parte in proporzione al taglio disposto nel 2014; in parte come correttivo per andare incontro ai Comuni che hanno subito maggiori riduzioni nella ripresa della perequazione, con particolare attenzione ai piccoli Comuni e a quelli che hanno subito il terremoto”.
Durante la riunione Decaro ha portato alla ministra Lamorgese altri due problemi molto sentiti dai Comuni ottenendo l’impegno del Governo: lo slittamento dell’applicazione dei piani economici e finanziari previsti dalla delibera  dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), lasciando a quest’anno una funzione sperimentale. E una circolare per chiarire i criteri relativi alle quote di  assunzione del personale.

Legge Bilancio: il 6 febbraio a Bari giornata di approfondimento Anci/Ifel

Stampa

 Anci nazionale, in collaborazione con Ifel e Anci Puglia, organizza per giovedì 6 febbraio 2020 dalle ore 15, a Bari (Sala consiliare - C.so Vittorio Emanuele II, 84) una giornata di approfondimento sulla Legge di Bilancio 2020L'evento è gratuito e si può partecipare compilando il seguente form di registrazione entro martedì 4 febbraio alle ore 10,00 cliccando quì

INFORMAZIONI UTILI PER LA REGISTRAZIONE:

I giovani amministratori già iscritti alla tre giorni di Publica sul Bilancio di previsione non devono compilare questo formIn caso di difficoltà di accesso al form, chiedete ai vs colleghi del ced di autorizzare l'accesso al presente Modulo di Google, in alternativa accedete tramite una connessione esterna come ad esempio il vostro smartphone (non connesso al WiFi dell'ufficio ovviamente);

Il form non consente una registrazione multipla, ovvero inserire nello stesso campo i dati di due o più persone. La procedura va ripetuta per ogni singola adesione; Per ogni ulteriore necessità contattare l'ufficio formazione: 080.5231218, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Politiche giovanili: Da Conferenza Unificata via libera a 7,3 milioni per i Comuni dal Fondo 2020. Anci: “Si conferma continuità per progetti innovativi”

Stampa

Per il 2020 dal Fondo politiche giovanili i Comuni riceveranno 7,3 milioni di euro, una somma che ci permetterà di dare seguito a progetti innovativi sul territorio in favore dei nostri ragazzi, in continuità rispetto a quanto fatto negli anni passati. Ringraziamo il ministro Spadafora che, pur nelle difficoltà della legge di bilancio, ha saputo confermare anche per quest’anno risorse essenziali per il territorio”. Lo dichiara il vicepresidente vicario Anci, Roberto Pella, al termine della Conferenza Unificata, che oggi ha dato il via libera alla ripartizione 2020 del Fondo politiche giovanili (pari a 33,5 milioni di euro), che andranno per il 22 per cento ai Comuni, per il 26 per cento alle Regioni e per il 3 per cento alle Province. “Si conferma – spiega Pella – l’inversione di tendenza iniziata lo scorso anno che ridà corpo a risorse che nel triennio 2015-2018 si attestavano in media a poco più di 1 milione di euro all’anno.  Da parte loro i Comuni e Anci – conclude Pella – si metteranno subito al lavoro per garantire un alto livello qualitativo a dei progetti che ormai sono diventati una costante per i nostri giovani cittadini”.

Roma, 29 gennaio 2020</p>"

Nuovo metodo tariffario rifiuti: grande partecipazione a convegno Ager/Anci di Bari. Il 20/02 nuovo incontro Ifel/Anci a Bari

Stampa

Il video integrale del Convegno del 29/01 disponibile a link https://bit.ly/2tgRBB6; la documentazione al link https://bit.ly/37IgTqA . Il prossimo 20 febbraio a Bari, nuovo incontro di approfondimento Ifel/Anci Puglia sul tema. Registrazioni  entro 18/02 a limk https://bit.ly/2OdTztf

Grande partecipazione al Convegno Ager/Anci Puglia sul nuovo metodo tariffario nazionale in materia di rifiuti, svoltosi a Bari, oltre 300 i presenti, tra sindaci, amministratori e funzionari comunali provenienti da tutta la Puglia. 

Il presidente Anci Puglia Domenico Vitto, nel saluto introduttivo, dopo aver ringraziao partecipanti, i relatori e gli organizzatori, ha espresso preoccupazione per l'applicazione del metodo tariffario Arera: "ricevo quotidianamente chiamate da sindaci fortemente preoccupati per il nuovo metodo tariffario Arera, soprattutto per l'impatto sui bilanci comunali nella fase applicativa. - ha dichiarato Vitto -  Il nuovo metodo tariffario si propone di realizzare una graduale omogeneizzazione nel Paese, anche se a livello regionale esistono situazioni diversificate, sia dal punto di vista degli impianti che della governance territoriale. Importante quindi questa occasione di confronto, anche per approfondire le modalità applicative, la distinzione tra costi effettivi e costi aggiuntivi, i criteri di determinazione delle tariffe e le possibili ricadute sui PEF dei Comuni, anche per implicazioni sulla determinazione della Tari".

Fiorenza Pascazio, delegata Anci Puglia Ambiente e presidente Ager Puglia, ha ribadito lo stato di preoccupazione e perplessità che pervade gli amministratori comunali sulla tematica: "le finalità e la razio ispiratrice della delibera Arera sono pienamente condivisibil e sono sicuramente un punto di riferimento e di arrivo a cui guardare con estremo valore.  - ha affermato Pascazio -  Ciò che temiamo è l'applicazione pratica nella fase intermedia, l'impatto immediato per i Comuni in una fase in cui sono impegnati a redigere i PEF, con gli appalti avviati, una situazione difficile da recuperare in corso d'opera, soprattutto in considerazione dello stato dell'impiantistica regionale che non ci lascia sereni, per l'aumento continuo del flusso dei costi. Ci stiamo confrontando per avviare pirima possibile la nuova impantistica pubblica, che prevede la realizzazione di 7 impianiti, che dovrebbero contribuire finalmente, almeno alla stabilizzazione dei costi base."

Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente Anci Nazionale, ha sottolineato che "i sindaci non sono contrari al nuovo sistema tariffario in materia di rifiuti; quando si parta di costi efficienti e di trasparenza nei confronti dei cittadini, i sindaci ovviemente non possono che essere d'accordo.  Il tema è l'applicazione, il periodo dell'applicazione e l'impatto sui bilanci delle amministrazioni comunali, che in questi giorni continuano a subire restrizioni dalla cosiddetta Armonizzazione contabile. Il tema dei rifiuti,  - ha dichiarato Decaro - resta la sfida del futuro per i Comuni, quando si parla di costi efficienti, obiettivo dei sindaci resta quello di ridurre le tasse. L'attenzione da parte dei Comuni è legata al fatto che il nuovo sistema regolatorio può avere un impatto importante sul PFE e sulle comunità amministrate. Attraverso interlocuzione con il Governo, grazie al sostegno di Arera, l'Anci ha ottenuto di poter tenere i costi aggiuntivi all'interno della Tari, ma nel rispetto della trasparenza verso i cittadini, vanno esplicitati e tenuti distinti dai costi effetttivi. A breve sarà avvianto anche ragionamento complessivo con le aziende che gestiscono rifiuti; lancio un appello ad Arera affinchè dialoghi con le amministrazioni comunali, specialmente del sud, per le differenti situazioni di proprietà degli impianti esistenti da Roma in giù. Ai sindaci pugliesi faccio un appello, affinchè si riuniscano tra loro, prendendosi la responsabilità di parlare con le proprie comunità, per affermare che gli impianti servono, anche per evitare che i costi di trasporto dei rifiuti superino quelli di conferimento."

Il video integrale del Convegno Ager/Anci Puglia “Il metodo tariffario nazionale rifiuti per il riconoscimento dei costi efficienti per il servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati e per la trasparenza” svoltosi il 29/01/2020 a Bari, è disponibile al link https://www.facebook.com/agerpuglia/videos/577723156115826/?t=20. Il materiale didattico disponibile al link https://bit.ly/37IgTqA

Inoltre, si comunica che IFEL Fondazione ANCI, ha avviato un ciclo di webinar sulle novità introdotte dalle recenti Delibere dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) in materia di costi efficienti del servizio di gestione dei rifiuti urbani e di nuovi obblighi di trasparenza (Delibere n. 443 e 444 del 31 ottobre 2019). L’iniziativa si propone di supportare i Comuni nel percorso di transizione necessario per adempiere alle prescrizioni contenute nelle due delibere che dovranno essere recepite entro aprile 2020.
Questo il calendario dei completo dei webinar:
- Mercoledì 29 gennaio - ore 11:30 - 13:30 - Webinar
Deliberazione ARERA n.443. I contenuti del PEF e le componenti a conguaglio 2018 e 2019
- Giovedì 30 gennaio - ore 11:30 - 13:30 - Webinar
Deliberazione ARERA n.443. Competenze, articolazione tariffaria e limite alla crescita tariffaria
- Martedì 4 febbraio - ore 11:30 - 13:30 - Webinar
Informazioni e iscrizioni sono disponibili online al link https://www.fondazioneifel.it/…/9974-deliberazioni-arera-al…

Il prossimo 20 febbraio a Bari, si terrà un nuovo incontro di approfondimento  sul tema delle delibere Arera nn. 443 e 444 organizzato da Ifel e Anci Puglia, per comprenderne dal punto di vista tecnico, finalità, competenze e riflessi sui comuni. Appuntamento quindi al prossimo 20 febbraio a Bari (Sala convegni Anci Puglia, Via Marco Partipilo 61).  L'evento è gratuito e si può partecipare compilando il seguente form di registrazione entro martedì 18 febbraio alle ore 10,00 https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfYtEwuqAaxiSN9wd1nesbbkRQ9XTeBWpSYpDNPpwdOigixug/viewform

“Le Colpe del Sud. Ripensare la Questione Meridionale, per il Mezzogiorno,la Puglia, il Salento”: Lunedì 27/01 ad Alessano Convegno e presentazione libro Claudio Sgamardella

Stampa

Il Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca ‐ De Finibus Terrae”, Fondazione di Partecipazione della Diocesi di Ugento - S. Maria di Leuca, comunica che Lunedì 27 gennaio prossimo, alle ore 19.00, ad Alessano, presso l’Auditorium “Benedetto XVI” - S.S. 275 Km 23.600, sarà presentato il libro “Le colpe del Sud. Ripensare la questione meridionale, per il Mezzogiorno, la Puglia, il Salento”, scritto dal Dott. Claudio SCAMARDELLA, Direttore Responsabile del “Nuovo Quotidiano di Puglia”, pubblicato da Manni Editore. Evento patrocinato da Anci Puglia, a cui sara presente il vicepresidente Gianni Stefano

style="text-align: justify;" />l programma dell’evento culturale, moderato dal giornalista della stessa testata, Dott. Rosario TORNESELLO, oltre all’ intervento dell’autore,prevede i saluti di Don Stefano ANCORA,Presidente Fondazione di Partecipazione Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca ‐ De Finibus Terrae”, dell’Avv. Francesca TORSELLO,Sindaco di Alessano, del Dott. Giovanni STEFANO,Sindaco di Casarano e Vice-presidente ANCI Puglia. Le conclusioni saranno affidate a S.E. Mons. Vito ANGIULI,Vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca. Il libro “Le colpe del Sud. Ripensare la questione meridionale, per il Mezzogiorno, la Puglia, il Salento” sta suscitando un notevole interesse perché affronta, in modo originale, il nodo del mancato sviluppo del mezzogiorno e delle responsabilità delle classi dirigenti meridionali. Dopo una prima parte incentrata sul ripensamento della questione meridionale, l’autore dedica la seconda parte alla Puglia e al Laboratorio Salento. La Puglia è la regione che, negli ultimi anni, più di tutte ha incubato ed elaborato le varianti e le contraddizioni del “sudismo” sia di governo che di opposizione, un sudismo impastato di sovranismo e antimodernismo. Le allucinanti vicende della Xylella, della TAP e dell’ILVA, temi sensibili e di rilievo nazionale, ma soprattutto di facile manipolazione nella formazione del sentimento pubblico hanno dimostrato le disastrose conseguenze a cui un territorio va incontro quando la politica e le istituzioni rincorrono tutte le piazze reali e digitali, del ribellismo, parlando il linguaggio del consenso, anziché il linguaggio della verità, ricercando la popolarità anche se in contrasto con l’etica della responsabilità. E sul Salento che ha saputo imporsi come terra di vacanze, glamour, relax l’autore invita a non cedere all’ottimismo patinato da cartolina, il territorio vive una fase di cambiamento il cui approdo non è scontato, meglio non lasciarsi sedurre solo dalle luci e dal divertimentificio estivo, il Salento resta una terra di crisi e sofferenze, di bisogni e diritti ancora negati e dove la lacerazione degli affetti, con la divisione tra genitori e figli che emigrano senza più tornare, non accenna a diminuire. La spirale decremento demografico-fuga dei giovani-invecchiamento rischia di consegnarci, nel breve periodo, una terra spopolata, un luogo per soli anziani o per turisti. È necessario che le classi dirigenti locali assumano una maggiore responsabilità rispetto alle sfide dello sviluppo, mettendo in rete progetti e competenze per imporre un federalismo dal basso che superi un neocentralismo regionalista che allontana e deresponsabilizza. Temi importanti sui cui riflettere insieme""

Metodo tariffazione rifiuti, costi efficienti e trasparenza: convegno Ager/Anci 29/01 a Bari c/o Villa de Grecis. Diretta streaming su https://www.facebook.com/agerpuglia/

Stampa

Si comunica che evento si terrà presso Villa de Grecis, Via delle Murge  63,. Diretta streaming video su facebook a link https://www.facebook.com/agerpuglia/

“Il metodo tariffario nazionale rifiuti per il riconoscimento dei costi efficienti per il servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati e per la trasparenza” è il titolo del Convegno che si terrà il prossimo lunedì 29 gennaio a Bari, presso Villa de Grecis, Via delle Murge  63L'evento rivolto ai Comuni pugliesi è organizzato da AGER Puglia ed Anci Puglia con la partecipazione di ARERA (’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e di ANEA (Associazione Nazionale degli Enti di Governo d'Ambito per l'Idrico e i Rifiuti). Il Convegno assume una peculiare rilevanza, in considerazione dell’introduzione dell’attività regolatoria in materia di gestione del ciclo dei rifiuti ed ha la finalità di approfondire le modalità applicative dei criteri di determinazione delle tariffe nonché i riflessi sui piani economici e finanziari, per la determinazione della Ta.Ri. deliberata dai Comuni. Presenti il presidente Regione Puglia Michele Emiliano, il presidente Anci nazionale Antonio Decaro, il presidente Anci Puglia Domenico Vitto e la presidente Ager Puglia Fiorenza Pascazio. Registrazioni entro il 27 gennaio p.v. cliccando qui.

Diretta streaming video su facebook a link https://www.facebook.com/agerpuglia/

Cultura: Pubblicato l’elenco dei vincitori del bando “Biblioteche e Comunità” 2019

Stampa

Le risorse sono pari a € 1.000.000,00 di cui, fino ad un massimo di € 500.000,00 messi a disposizione dal Centro per il libro e fino ad un massimo di € 500.000,00 messi a disposizione da Fondazione CON IL SUD. Il finanziamento ammissibile ammontava ad un massimo di € 100.000 per ciascun progetto di durata pari a 24 mesi. Gli 11 progetti selezionati (su un totale di 68 proposte pervenute) coinvolgeranno 119 organizzazioni fra Terzo settore, pubblico e privato (con una media di 10 partner per iniziativa); 37 biblioteche comunali e interverranno in tutte le regioni: 3 in Puglia (province di Lecce, Foggia e Bari)

Il Centro per il libro e la lettura del MIbact e la Fondazione CON IL SUD hanno pubblicato lelenco dei vincitori del bando Biblioteche e Comunità, iniziativa sviluppata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, con l’obiettivo di contribuire a migliorare la funzione sociale delle biblioteche dei Comuni meridionali, aiutandole a trasformarsi in agenti culturali che favoriscano la coesione sociale.
Il bando, rivolto alle organizzazioni del Terzo settore che operano nei comuni delle regioni Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia, ha inteso valorizzare il ruolo delle biblioteche comunali come luogo di incontro e strumento di coesione sociale avviando processi che consentano, in particolare, l’incremento e il miglioramento dell’accesso agli spazi, al patrimonio bibliotecario e ai servizi di supporto alla lettura e allo studio, il coinvolgimento dei soggetti tradizionalmente esclusi dalla fruizione e produzione culturale e la diffusione di una concezione delle biblioteche come luoghi di confronto e incontro per la comunità.
I progetti dovranno essere realizzati in partenariato tra le biblioteche comunali e gli enti non profit che abbiano specifiche competenze nel campo della promozione sociale e culturale.

Le risorse previste per il bando sono pari a € 1.000.000,00 di cui, fino ad un massimo di € 500.000,00 messi a disposizione dal Centro per il libro e fino ad un massimo di € 500.000,00 messi a disposizione da Fondazione CON IL SUD. Il finanziamento ammissibile ammontava ad un massimo di € 100.000 per ciascun progetto di durata pari a 24 mesi.

Gli 11 progetti selezionati (su un totale di 68 proposte pervenute) coinvolgeranno 119 organizzazioni fra Terzo settore, pubblico e privato (con una media di 10 partner per iniziativa); 37 biblioteche comunali e interverranno in tutte le regioni: 3 in Puglia (province di Lecce, Foggia e Bari), 2 in Sicilia (province di Agrigento e Messina), 2 in Sardegna (province di Oristano e Cagliari), 2 in Campania (province di Caserta e Salerno), 1 in Calabria (provincia di Cosenza) e 1 multiregionale (Campania e, prevalentemente, Basilicata – province di Salerno e Potenza)

Si punta, da un lato, al miglioramento dell’accesso agli spazi (extra-orario, serale, nel fine settimana), al potenziamento del patrimonio bibliotecario (letterario, audiovisivo, musicale, multimediale, ICT, etc.) e ai servizi di supporto alla lettura e allo studio; dall’altro, sono state selezionate iniziative che promuovano modalità innovative di partecipazione, di confronto e di coinvolgimento di persone svantaggiate e tradizionalmente escluse dai processi culturali.

Legge bilancio 2020: Nota di lettura Anci- Ifel su tutte le norme di interesse per gli enti locali

Stampa

Disponibile la Nota di lettura Anci- Ifel su tutte le norme di interesse per gli enti locali

Tra le novità contenute nella Legge di bilancio 2020, da evidenziare,  l’anticipazione di tesoreria è riportata a 5/12 delle entrate correnti per il triennio 2020-22 e la proroga al 2021 dell’entrata in vigore del nuovo accantonamento obbligatorio al FGDC (il “Fondo garanzia debiti commerciali”, in caso di mancato rispetto dei termini di pagamento.

 

Energia e sostenibilità: Contributi ai Comuni per efficientamento energetico e sviluppo sostenibile, annualità 2020

Stampa

I contributi, come i precedenti previsti dall’art. 30 Dl Crescita, sono riconosciuti per classi di popolazione e finanziano opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. I Comuni devono iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020. Valgono quindi le indicazioni per i fondi utilizzati nel 2019, con qualche variazione in ottica di miglioramento e semplificazione. I contributi sono quindi riconosciuti anche ai Comuni che hanno utilizzato i fondi di cui all’art 30 del DL Crescita.

Pubblicato il 14 gennaio 2020 il decreto del Ministero dell’Interno, Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, previsto dal comma 29 art. 1, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 Legge di Bilancio 2020, che ripartisce i contributi ai Comuni per l’annualità 2020.

I contributi, come i precedenti previsti dall’art. 30 Dl Crescita, sono riconosciuti per classi di popolazione e finanziano opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. I Comuni devono iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020. Valgono quindi le indicazioni per i fondi utilizzati nel 2019, con qualche variazione in ottica di miglioramento e semplificazione, come di seguito stabilito:

  • Il Comune può finanziare uno o più lavori pubblici, a condizione che gli stessi non siano già integralmente finanziati da altri soggetti e che siano aggiuntivi rispetto a quelli da avviare nella prima annualità dei programmi triennali di cui all’articolo 21 del codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50;
  • Gli eventuali ribassi sono vincolati fino al collaudo, ovvero alla regolare esecuzione di cui al comma 33 dell’articolo 1 della legge n. 160 del 2019 e, successivamente, possono essere utilizzati per ulteriori investimenti;
  • L’erogazione del contributo avverrà in due tranche, il primo 50% previa verifica dell’avvenuto inizio, entro II 15 settembre 2020, dell’esecuzione del lavori attraverso II sistema di “Monitoraggio delle opere pubbliche – MOP” della “banca dati delle pubbliche amministrazioni – BDAP”, il secondo previa trasmissione del certificato di collaudo o del certificato di regolare esecuzione rilasciato dal direttore del lavori, in modalità telematica tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (AREA CERTIFICATI TBEL, altri certificati), accessibile dal sito internet del Dipartimento per gli affari Interni e territoriali alla pagina dedicata;
  • Per il monitoraggio delle opere è previsto l’utilizzo del sistema di “Monitoraggio delle opere pubbliche – MOP” della “banca dati delle pubbliche amministrazioni – BDAP” già in uso alle amministrazioni.

I contributi sono quindi riconosciuti anche ai Comuni che hanno utilizzato i fondi di cui all’art 30 del DL Crescita.

Formazione: "La trasformazione digitale della PA italiana", webinar Ifel/Anci il 10 febbraio 2020

Stampa

"Linee guida per la progettazione e realizzazione del comune digitale" è il titolo del webinar Ifel/Anci che si terrà Lunedì 10 febbraio 2020 - ore 11:00 - 12:30. Codice dell’amministrazione digitale, Piano triennale per l’informatica nella PA, Foia e norme sulla trasparenza amministrativa: sono numerosi gli interventi normativi che impongono alle amministrazioni di innovare organizzazione e procedimenti, digitalizzando archivi e servizi. In questo terzo webinar saranno illustrati i principali obblighi e scadenze per le pubbliche amministrazioni.

ISCRIZIONI ON LINE

 

RELATORE

Ernesto Belisario - Avvocato, socio dello Studio E-Lex Belisario Scorza Riccio & Partners, esperto di diritto amministrativo e di diritto delle nuove tecnologie.

DESTINATARI

La partecipazione ai webinar è gratuita. Il webinar è dedicato a Sindaci e amministratori comunali under 36 ed è comunque riservato al personale di Comuni, Unioni di Comuni. I materiali e la registrazione del webinar saranno disponibili, dopo il seminario, nella sezione Documenti e pubblicazioni, area Materiali didattici del sito IFEL e sul nostro canale Youtube.

COME PARTECIPARE

ATTENZIONE: è necessario iscriversi al webinar compilando il form disponibile cliccando sul link "Iscriviti on line" sopra. La conferma dell'iscrizione e le istruzioni per partecipare saranno inviate via e-mail.

Per partecipare al webinar è necessario disporre di una connessione internet a banda larga e di cuffie o casse. Per verificare che il proprio computer sia correttamente configurato per il collegamento alla piattaforma di video-conferenza, prima del webinar è necessario eseguire questo rapido test di connessione.

Vai a videotutorial sui corsi Ifel a https://youtu.be/vSakxmuCMpw

Decreto Milleproroghe: Gli emendamenti Anci

Stampa

Pubblichiamo il testo degli emendamenti ANCI al d.l. milleproroghe inviati alle commissioni riunite Affari costituzionali e bilancio della Camera.

Database comuni

E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

Accedi all'area

Effettua il login

Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

Effettua il login - Registrati

Collabora al sito

Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home News