Edilizia scolastica: Registrazione a sistema informativo Miur per partecipare bando finanziamento interventi

Al fine di adeguare gli edifici, gli spazi e le aule didattiche alle misure di contenimento del rischio sanitario da Covid-19,in vista della ripresa delle attività didattiche a settembre, il Ministero dell’Istruzione ha previsto lo stanziamento di 330 milioni di euro a valere sul PON “Per la Scuola” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) a favore di tutti gli Enti locali proprietari di edifici adibiti a sede di istituzione scolastica statale o di cui abbiano la competenza ai sensi della legge 11 gennaio 1996, n. 23.

Sul tema dell’adeguamento degli edifici scolastici pugliesi, in ottica contenimento rischio sanitario da Covid-19, si è svolta oggi una riunione in videoconferenza convocata dal MIUR, presente la viceministra Anna Ascani, l’assessore regionale all’istruzione Sebastiano Leo, la Direttrice Ufficio scolastico regionale Anna Cammalleri, il presidente Upi Puglia Stefano MInerva e per Anci Puglia, il delegato istruzione Fabrizio Baldassarre sindaco di Santeramo in Colle.

In attesa della pubblicazione dell’Avviso pubblico e al fine di velocizzare le procedure di finanziamento, tutti gli Enti locali interessati possono procedere alla fase preliminare di registrazione e di accreditamento dal 12 al 19 giugno 2020, secondo le modalità previste nel documento allegato predisposto dal Ministero Istruzione.
La candidatura dovrà essere presentata dal legale rappresentante dell’ente locale o suo delegato che dovrà preliminarmente effettuare :
– la registrazione al portale del Sistema informativo del Ministero dell’istruzione (SIDI);
– l’accreditamento al sistema di gestione dei finanziamenti PON tramite il servizio SIDI “PON Istruzione – Edilizia Enti Locali”.
La registrazione e l’accreditamento ai sistemi informativi sono attività propedeutiche all’invio della candidatura per poter accedere ai finanziamenti, che sarà possibile solo a seguito della pubblicazione dell’Avviso pubblico, di cui daremo tempestiva comunicazione.
ANCI, unitamente ad UPI, ha chiesto che le risorse vengano implementate e che vengano rese note al più presto le linee guida per l’avvio del nuovo anno scolastico con indicazioni nazionali univoche necessarie per programmare gli interventi da realizzare.

Seguici:
20