Milleproroghe – Deposito nucleare, Anci: sostenere proroga dei termini consultazione dei Comuni

L’Anci nazionale, sostenendo le istanze del Coordinamento dei Comuni interessati al deposito scorie nucleari, invita i deputati impegnati nella conversione del decreto Milleproroghe a votare l’emendamento che proroga i termini per segnalare criticità da parte dei Comuni sullo stesso deposito. L’emendamento in discussione è il 12.018 a firma dell’on.Fornaro, di fondamentale importanza per permettere ai territori di partecipare compiutamente al processo di consultazione avviato con la pubblicazione della carta Cnapi.

Anci e il Coordinamento, ritengono necessaria la modifica del termine attuale previsto dall’art. 27 del decreto legislativo 31 del 15 febbraio 2010, per consentire ai Comuni di entrare nel merito di valutazioni tecniche complesse rispetto alla prima mappatura dei siti, anche in considerazione della rilevanza delle infrastrutture che si andrebbero a realizzare.

Nei giorni scorsi, il presidente Anci Puglia Domenico Vitto, a seguito della riunione del coordinamento Anci nazionale, aveva convocato i Comuni pugliesi compresi nelle aree interessate. Obiettivo, definire una posizione unitaria e condivisa che rappresenti in sede di consultazione pubblica, le ragioni dei territori coinvolti, adducendo motivazioni e osservazioni tali da persuadere le autorità preposte a rivalutare l’idoneità anche solo potenziale dei siti pugliesi ad ospitare rifiuti radioattivi. Anci Puglia ha offerto piena disponibilità a supportare i Comuni interessati, in raccordo con la cabina di regia istituita dalla Regione, attraverso l’impiego di tecnici esperti nella predisposizione delle osservazioni.

Seguici: