Scuola: Prosegue impegno ANCI Puglia su nuova visione del sistema di educazione-istruzione “zerosei”

Prosegue l’impegno di ANCI Puglia sulla nuova visione del sistema di educazione-istruzione 0-6, con la partecipazione all’evento territoriale odierno organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale, finalizzato alla diffusione e alla consultazione sul documento base delle Linee pedagogiche per il sistema integrato “zerosei” approvato dalla Commissione nazionale preposta. All’evento hanno partecipato oltre 500 operatori del sistema regionale integrato “zerosei”

A rappresentare Anci Puglia il delegato all’Istruzione Fabrizio Baldassarre, sindaco di Santeramo, il quale nel suo intervento, ha sottolineato le competenze e le responsabilità dei Comuni sul tema e l’importanza della collaborazione sistematica tra Comuni e Dirigenza scolastica.  “La responsabilità della governance del sistema integrato zero-sei sul territorio è dei Comuni, cui il decreto legislativo 65/2017 attribuisce compiti che vanno al di là della gestione diretta e indiretta di servizi educativi per l’infanzia e di eventuali scuole dell’infanzia comunali. – ha dichiarato Fabrizio Baldassarre, Sindaco di Santeramo e delegato all’istruzione di ANCI Puglia. – I Comuni sono, infatti, tenuti a coordinare la programmazione dell’offerta educativa sul proprio territorio costruendo una rete integrata e unitaria di servizi e scuole. Per far questo è necessaria una continua interazione con le dirigenze scolastiche statali e paritarie operanti a livello locale, nonché con tutti i soggetti titolari dei servizi educativi per l’infanzia per la gestione di interventi tesi al consolidamento della rete, sempre nel quadro degli indirizzi definiti dallo Stato e articolati dalle Regioni. Come già accade in molte realtà, – ha proseguito Baldassarre – è di particolare importanza prevedere una programmazione articolata dell’offerta pubblica di servizi educativi per il segmento 0-3 (servizi comunali e servizi a gestione privata ma variamente cofinanziati dall’Ente locale), considerando la loro distribuzione geografica, i loro orari e calendari di funzionamento e armonizzando criteri e graduatorie di accesso, fatte salve scelte specifiche delle famiglie. La collaborazione tra Comune e dirigenza scolastica per quanto riguarda il segmento 3-6 è essenziale non solo nella fase di programmazione dell’offerta educativa, ma anche nella gestione dell’accesso dei bambini alle scuole dell’infanzia pubbliche e paritarie private, prevedendo graduatorie possibilmente coordinate nelle diverse fasi (definizione dei criteri, orientamento dei genitori, gestione delle liste di attesa) per evitare il rischio che rimangano esclusi alcuni bambini, così tradendo l’obiettivo di generalizzare l’offerta educativa tra 3 e 6 anni. In ogni caso – ha concluso Baldassarre – è fondamentale che l’Ente locale abbia una visione complessiva sul processo di accesso, sull’andamento della domanda e sulla capacità dell’offerta di soddisfarla.”

Consulta le Linee pedagogiche per il sistema integrato “zerosei”

Seguici: