Anci Puglia

Formazione: 28 maggio ad Andria e ad Arnesano Seminario Anci/Ifel su razionalizzazione costi

Stampa

Per partecipare è necessario registrarsi on line ai link di seguito riportati, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento. Scarica Programma/invito pdf

Anci Puglia e Fondazione Ifel ricordano evento formativo di lunedì 28 maggio rivolto ad amministratori, dirigenti e funzionari dei Comuni pugliesi sulla Razionalizzazione dei Costi che si terrà in contemporanea ad Andria e ad Arnesano. Di seguito dettaglio 

 28 maggio 2018 - La razionalizzazione dei costi, l dalle 9,00 alle 14,00

- @ Andria, Chiostro di San Francesco: Iscrizione sondaggio fabbisogno. - (SCARICA INVITO)

- @ Arnesano, Palazzo Marchesale: Iscrizione sondaggio fabbisogno; -(SCARICA INVITO)

Per partecipare è necessario registrarsi on line ai link  riportati, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento.

Scarica Programma/invito pdf

Xylella: Incontro tra Regione, Comuni e Osservatorio fitosanitario

Stampa

L'assessore regionale alle politiche agricole Leonardo Di Gioia e i dirigenti dell'Osservatorio fitosanitario, hanno incontrato presso la sede Anci di Bari, sindaci e amministratori comunali, sulle norme attuative del "Decreto Martina" in tema di Xilella fastidiosa, anche in considerazione delle ordinanze emesse da alcuni primi cittadini sull'uso di pesticidi e fitofarmaci.
L'incontro è stato richiesto espressamente dal presidente Anci Puglia Domenico Vitto, al fine di avviare un percorso condiviso, teso ad attivare tutte le pratiche e le iniziative utili ad affrontare in maniera efficace questa emergenza, che sta devastando il territorio pugliese.
L'assessore regionale ha auspicato l'annullamento in autotutela delle ordinanze sindacali emesse, anche alla luce della determina Regione Puglia n.281 del 22 maggio 2018 (in allegato). I Comuni presenti hanno sollecitato all'assessorato regionale alcune richieste, specificatamente sui seguenti punti: 

  • modifica legge regionale n. 4/2017 relativamente alle sanzioni;
  • contributi di sostegno ai Comuni per interventi di buone pratiche su aree pubbliche e finanziamenti alle aziende agricole per le aree private;
  • maggiore e fattivo confronto con Osservatorio fitosanitario, anche a livello territoriale, con specifica richiesta di supporto e assistenza;
  • costituzione di una rete informativa regionale per rispondere a esigenze di imprese e comunità, eventualmente anche attraverso il coinvolgimento dei GAL;
  • modifica PSR nella parte che riguarda il reimpianto, introducendo la concessione di finanziamento per le aree infette e ormai compromesse.

I Comuni infine, hanno manifestato piena disponibilità a collaborare con la Regione, attraverso l'Anci, per procedere alla modifica normativa in materia di calamità ed in particolare, alla richiesta di adozione di una norma speciale sull'emergenza Xylella.Xylella

Bari, 23 maggio 2018

Regolamento Ue protezione dati: da 25 maggio nuovi adempimenti per i Comuni - Quaderno Anci

Stampa
Dal prossimo 25 maggio entrerà in vigore il nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali che introduce importanti novità anche per i Comuni. Oltre ad imporre un diverso approccio nel trattamento dei dati personali, il documento prevede nuovi obblighi in materia e richiede un'intensa attività di adeguamento organizzativo da parte degli enti.  Vai a 11° Quaderno operativo Anci dedicato 
 
Dal prossimo 25 maggio entrerà in vigore il nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali che introduce importanti novità anche per i Comuni. Il Regolamento UE 2016/679, infatti, oltre ad imporre un diverso approccio nel trattamento dei dati personali, prevede nuovi adempimenti in materia e richiede un’intensa attività di adeguamento organizzativo da parte degli enti.
Si ricorda, innanzitutto, che il Regolamento introduce il principio della “responsabilizzazione” (accountability), ovvero l’obbligo per il titolare del trattamento (il Comune) di adottare misure appropriate ed efficaci per attuare i principi di protezione dei dati personali nonché di dimostrare che tali misure siano state adottate. Come evidenziato anche dall’Anci nel suo 11° Quaderno operativo dedicato proprio all’attuazione delle nuove disposizioni negli enti locali, tra i principali passi da compiere prima del definitivo recepimento delle nuove norme – che, si ricorda ancora una volta, avverrà il 25 maggio – si segnalano, in particolare i seguenti: nomina della nuova figura del Responsabile della Protezione dei Dati; adozione del Registro dei trattamenti di dati personali e del Registro delle categorie di attività trattate da ciascun Responsabile del trattamento; mappatura dei processi; predisposizione di attività formative per il personale; revisione dei processi gestionali al fine di individuare quelli che presentano maggiori rischi collegati al trattamento dei dati.

Accertamento fiscale tributi erariali: siglata intesa tra Guardia Finanza, Agenzia Entrate e Anci Puglia

Stampa

Presso la Sala Briefing della storica caserma “M.A.V.M. G. Macchi”, alla presenza del Direttore Regionale Agenzia Entrate, Dott. Antonino Di Geronimo, del Comandante regionale Puglia della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Vito Augelli e del Delegato Regionale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, Dott. Massimo Mazzilli, è stato formalmente sottoscritto un protocollo d’intesa avente la finalità di rafforzare e migliorare il processo di partecipazione dei Comuni all’attività di recupero dell’evasione fiscale. Segnalazioni qualificate, formazione mirata con l’utilizzo delle best practice delle nuove tecnologie, rafforzamento della rete dei referenti a livello territoriale che lavoreranno in sinergia in ogni fase del processo, coordinamento e indirizzo strategico-operativo da parte del gruppo di lavoro: sono questi i punti chiave del nuovo Protocollo d’intesa triennale firmato oggi, con l’obiettivo condiviso di dare una nuova spinta alla partecipazione degli Enti locali all’accertamento dei tributi erariali, consolidando i risultati già raggiunti fino a oggi e implementando strumenti e azioni che possano favorirla e accelerarla nei prossimi anni. Fulcro della nuova intesa sarà un’efficace sinergia tra gli attori istituzionali, ovvero la rete dei referenti, fondamentale per il coordinamento delle attività a livello territoriale, per la conoscenza e il corretto utilizzo del patrimonio informativo a disposizione degli Enti locali, per la conduzione dei piani specifici di formazione, per lo sviluppo di processi di analisi del rischio mediante l’incrocio delle banche dati a disposizione nonché per un costante confronto sullo stato di lavorazione delle segnalazioni al fine di migliorarne, progressivamente, la “qualità”.La “qualità” delle segnalazioni sarà quindi un obiettivo chiave, che dovrà essere raggiunto in primis con un adeguato piano formativo che interesserà tutti gli attori del processo, mediante la definizione di una check list di fatti, elementi e informazioni che aiutino a predisporre segnalazioni qualificate direttamente utilizzabili e, soprattutto, con la diffusione e l’implementazione delle best practice. Altra leva fondamentale sarà costituita dal rafforzamento del team antievasione, un gruppo di lavoro costituito da esperti di tutti gli Enti firmatari, specializzati nei processi di verifica e accertamento comunale ed erariale, di banche dati e informatica, che contribuirà, con incontri periodici dedicati, a definire le linee guida e le strategie operative per realizzare gli obiettivi dell’intesa.

Formazione: Novità in materia di entrate e Razionalizzazione Costi - Seminari Anci/Ifel 9 Maggio a Bari (cambio sede) e il 28 ad Andria e Arnesano

Stampa

Per partecipare è necessario registrarsi on line ai link di seguito riportati, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento. Scarica Programma/invito pdf

Anci Puglia e Fondazione Ifel organizzano per il prossimo mese di maggio un ciclo di tre Seminari rivolti ad amministratori, dirigenti e funzionari dei Comuni pugliesi sulle Novità per il 2018 in tema di entrate e sulla Razionalizzazione dei Costi.

  • 9 maggio 2018 – Le novità per il 2018 in tema di Entrate, dalle 9,00 alle 14,00 @ Bari. Iscrizione sondaggio  fabbisogno; @ Bari, Auditorium Polizia municipale di Bari in via Paolo Aquilino n 1. (SCARICA INVITO)
  •  28 maggio 2018 - La razionalizzazione dei costi, l dalle 9,00 alle 14,00

- @ Andria, Chiostro di San Francesco: Iscrizione sondaggio fabbisogno. - (SCARICA INVITO)

- @ Arnesano, Palazzo Marchesale: Iscrizione sondaggio fabbisogno; -(SCARICA INVITO)

Per partecipare è necessario registrarsi on line ai link  riportati, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento.

Scarica Programma/invito pdf

Attivato Patto solidarietà regionale verticale 2018 - Accolta richiesta Anci Puglia

Stampa

Grazie all'intesa gli enti locali virtuosi potranno spendere risorse per oltre 15 milioni per investimenti

“Accogliamo con soddisfazione l'attivazione da parte della Regione, del “Patto di solidarietà verticale 2018. – ha commentato il presidente Anci Puglia Domenico Vitto – Un risultato importante per quei Comuni virtuosi, che sfruttando questo elemento di flessibilità finanziaria, possono fronteggiare emergenze o fare investimenti. A nome mio personale e dell'Associazione, esprimo un sentito ringraziamento al presidente Michele Emiliano e all'assessore al bilancio Raffaele Piemontese, il rapido ed efficace riscontro alla nostra richiesta, è un atto di concreta collaborazione tra enti territoriali, che dimostra sensibilità istituzionale e senso di responsabilità nei confronti dei Comuni.”

Il provvedimento di attuazione del Patto regionalizzato verticale, adottato con delibera di G.R. n. 695 del 24/04/2018 consente agli enti locali interessati, di sbloccare la propria capacità di spesa per oltre 15 milioni di euro. Nel corso dell'incontro tra Regione e Autonomie locali dello 17 aprile u.s., il sindaco di Corato, Massimo Mazzilli (delegato Finanza locale Anci Puglia), aveva chiesto al Governo regionale di verificare con urgenza tutte le soluzioni possibili per procedere alla cessione di spazi finanziari alle amministrazioni richiedenti, dando attuazione allo strumento di compensazione finanziaria tra enti territoriali, fortemente voluto da Anci, che consente alle autonomie locali di attenuare gli effetti negativi del “saldo di equilibrio” sulla spesa per investimenti.

Leggi tutto: Attivato Patto solidarietà regionale verticale 2018 - Accolta richiesta Anci Puglia

Contabilità economico-patrimoniale: Diventa facoltativa per i piccoli Comuni, Decaro: "Risultato che salva le amministrazioni da gravi rischi"

Stampa

L'approvazione entro fine mese della contabilità economico patrimoniale facoltativa per i piccoli Comuni è stata stabilita nella riunione di ieri 11 aprile della commissione Arconet che ha interpretato in questo senso la norma

(Anci Nazionale) "Avere ottenuto, con una costante azione di sensibilizzazione svolta dall'Anci, che l'adozione della contabilità economico patrimoniale sia facoltativa per i Comuni fino a cinquemila abitanti, anche per il 2017, è un risultato fondamentale. Che salva migliaia di Comuni dal rischio di vincoli, inaffrontabili così a breve termine, e dal sistema di gravissime sanzioni che sarebbe scattato dal 30 aprile. In generale ribadiamo che le amministrazioni più piccole, che contano su un personale limitatissimo, hanno bisogno di regole specifiche improntate alla massima semplificazione". Lo rileva Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'associazione nazionale dei Comuni. Che l'approvazione entro fine mese della contabilità economico patrimoniale sia facoltativa per i piccoli Comuni è infatti stato stabilito nella riunione di ieri della commissione Arconet che ha interpretato in questo senso la norma.

"Sull’argomento - evidenzia l'Ifel, Istituto di finanza locale dell'Anci - è stata oggi pubblicata una risposta di Arconet sul sito della Ragioneria generale dello Stato. Questo orientamento verrà ufficializzato con una comunicazione che verrà pubblicata nelle prossime ore a cura del ministero dell’Interno e del ministero dell’Economia e delle Finanze. La facoltà di non predisporre il conto economico e lo stato patrimoniale per l’anno 2017 deve essere oggetto di esplicita deliberazione, o attestata nell'ambito della deliberazione di approvazione del rendiconto della gestione 2017". 
Si ricorda inoltre che l'Anci ha richiesto un intervento urgente al fine di promuovere una norma che consenta stabilmente, a tutti i Comuni, di presentare la documentazione economico-patrimoniale entro il 31 luglio, successivamente al rendiconto della gestione.

Sprechi alimentari e farmaceutici: Siglata Intesa tra Regione, Anci e associazioni Terzo settore per recupero e riutilizzo eccedenze

Stampa

Da sx Francesco Crudele, Michele Emiliano, Ruggero Menne e Totò RuggeriRegione Puglia, Anci e associazioni del Terzo settore hanno siglato oggi a Bari, il protocollo d'intesa attuativo della l.r. n. 13/2017 finalizzato al recupero e al riutilizzo di eccedenze e sprechi alimentari approvato recentemente dalla Giunta Regionale (delibera n. 468 del 27/03/2018). Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato: il presidente della Giunta Regionale Michele Emiliano, il vicepresidente Anci Puglia Francesco Crudele, l'assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri e il coordinatore del Tavolo regionale per l'attuazione della legge, il consigliere regionale Ruggiero Mennea.

L'assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri ha ricordato l'impegno del suo predecessore Totò Negro, ringraziando i promotori della legge e tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio per la sensibilità dimostrata approvando  una legge che mira a tutelare le fasce più deboli della popolazione. Per Ruggeri "appare intollerabile che un terzo del cibo del mondo venga sprecato quando ci sono oltre un miliardo di persone che soffrono per carenza alimentare e 1,4 miliardi di persone obese o in sovrappeso".

Il protocollo è stato illustrato dal coordinatore del Tavolo regionale per l'attuazione della legge, il consigliere regionale Ruggiero Mennea, che ne ha sottolineato la caratteristica intrinseca, quella cioè di essere "un protocollo aperto, allargato a quanti vorranno contribuire a mettere su un modello territoriale culturale e solidale, che veda insieme chi produce le eccedenze (grande distribuzione) e chi vuole trasferirle".

Il presidente Anci Puglia Francesco Crudele nel suo intervento ha dichiarato: "Anci accoglie con estremo entusiasmo questo accordo, particolarmente importante in un momento di forti tensioni socioconomiche che noi amministratori locali percepiamo quotidianamente. Va detto – ha proseguito Crudele - che esistono già delle buone pratiche sul territorio e questo strumento deve fungere da volano, in modo che altre iniziative possano essere realizzate anche grazie all'azione del terzo settore. Anci ci crede e farà la propria parte, i Comuni in forma singola o associata devono cercare di favorire le buone pratiche previste dalla legge, attraverso una forte azione di sensibilizzazione verso le proprie comunità, eventualmente prevedendo incentivi fiscali, quali riduzione TARI. Importante rimuovere vincoli burocratici per affrontare quella che è una vera e  propria emergenza sociale. Evidentemente la comunicazione diventa strategica ed è fondamentale la sinergia istituzionale messa in campo. Il consumo consapevole di cibo e farmaci è un aspetto culturale che va socializzato il più possibile coinvolgendo scuole e agenzie educative."

Tutto il materiale informativo è disponibile cliccando quì

INFORMAZIONI SUL PROTOCOLLO D'INTESA
Il protocollo di intesa, tra Regione Puglia, ANCI in rappresentanza dei Comuni, e diverse organizzazioni del Terzo Settore (Caritas, Banco Alimentare, Banco delle Opere di Carità, Croce Rossa Italiana, Forum del Terzo Settore, FederFarma e Banco Farmaceutico, Consorzio Emmanuel, start-up innovative, ecc…) già impegnate con le rispettive reti e attività, fissa gli impegni reciproci per realizzare in Puglia un piano complessivo di azioni positive e di attività per il recupero e  riutilizzo di eccedenze, sprechi alimentari e prodotti farmaceutici, anche a sostegno dei servizi del pronto intervento sociale in favore delle fasce più deboli della popolazione.

Il protocollo è il primo risultato concreto del Tavolo regionale per l'attuazione della legge regionale che, insediatosi il 31 ottobre 2017, è coordinato dal Consigliere Regionale Ruggiero Mennea, e alle cui attività concorrono le strutture regionali dell'Assessorato all'Agricoltura e Risorse Agroalimentari e dell'Assessorato al Welfare. Il Tavolo rappresenta il luogo del coordinamento di tutte le azioni attuative della l.r. n. 13/2017.

Tra gli impegni sanciti dal protocollo: la collaborazione per lo snellimento delle pratiche fiscali, igienico-sanitarie e assicurative relative sia alle procedure di recupero che alle pratiche di redistribuzione e foodsharing; la promozione di iniziative locali di informazione, educazione  e sensibilizzazione sui temi della legge regionale, in particolare a cura delle istituzioni scolastiche e delle principali agenzie formative e organizzazioni solidali attive sul territorio; la strutturazione di reti locali per la raccolta delle eccedenze e per la tempestiva, equa ed efficace redistribuzione delle stesse in favore della popolazione più fragile ed esposta i rischi di povertà estrema.

Il protocollo prevede altresì il raccordo tra gli interventi per il contrasto degli sprechi alimentari e farmaceutici e gli interventi di pronto intervento sociale e di contrasto alla povertà già garantiti dai servizi sociali di ciascuna città.
Dalla collaborazione degli enti sottoscrittori anche la rilevazione univoca, su tutto il territorio regionale, dei dati quantitativi sulle eccedenze delle produzioni agricole locali, sugli alimenti devoluti da parte delle aziende alimentari e di distribuzione alimentare, sui farmaci validi raccolti nei punti di raccolta della rete e dalle aziende farmaceutiche, che sono consegnati alle reti e alle organizzazioni solidali che re distribuiscono.

Tutte le azioni promosse con la l.r. n. 13/2017 per la rete regionale di riduzione degli sprechi e di riutilizzo delle eccedenze di prodotti alimentari e farmaceutici sono da considerarsi complementari alle misure regionali per il contrasto alle povertà, già in atto da alcuni anni con gli investimenti per il pronto intervento sociale, la rete di accoglienza solidale di adulti in difficoltà, e per il Reddito di Dignità.

Vai al protocollo d'intesa 

Contabilità Economico Patrimoniale: Scadenze insostenibili per rendiconto 2017. Anci chiede interventi in via amministrativa e per i piccoli Comuni rinvio adempimenti a 2019

Stampa
Anci ha chiesto in conferenza Stato Città di valutare una proroga degli adempimenti relativi alla contabilità economico patrimoniale per i Comuni sopra i cinquemila abitanti, e ha illustrato la lettura della normativa vigente che, secondo i tecnici dell'associazione, prevedrebbe l’applicazione per i piccoli Comuni a partire dal rendiconto 2019. 
Su quest’ultimo punto il Governo ha condiviso l’indicazione dell’Anci che potrà essere tradotta in atti per via amministrativa. Per quanto riguarda la proroga per gli altri Comuni rimane la richiesta di una norma urgente su cui il Governo, pur condividendo l’opportunità, ritiene di non poter intervenire essendo in carica solo per la gestione degli affari correnti.
"Sottolineiamo la rilevante apertura anche in questa sede – sottolinea l'Anci - e confermiamo l’auspicio che tali faticosi adempimenti slittino intanto per i piccoli Comuni. Lavoreremo affinché si arrivi a una soluzione di semplificazione più radicale per tutti i Comuni rispetto a procedure e adempimenti che risultano molto più gravosi per gli uffici comunali, di quanto fissato dalla direttiva europea".

Urbanistica: Nota di lettura Anci sulle Norme Tecniche per le Costruzioni e gli edifici scolastici

Stampa

Disponibile la nota di lettura Anci al decreto del Ministero delle Infrastrutture 17 gennaio 2018 relativo al “Testo aggiornato delle norme tecniche per le costruzioni”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 febbraio.

Accoglienza - Sprar:Prorogati i termini per la presentazione dei progetti di accoglienza

Stampa

Con circolare del Ministro dell’Interno è prorogato il termine relativo alla presentazione di progetti di accoglienza nell’ambito della rete Sprar (D.M. 10 agosto 2016). Pertanto, ai fini del finanziamento con decorrenza dal 1° luglio 2018 verranno valutate anche le istanze che perverranno dopo il 31 marzo ed entro il 16 aprile.
A tal proposito si ricorda che è attivo il servizio di help desk a supporto degli enti locali “Accesso Sprar”. Il Servizio offre un supporto unico e qualificato sia agli enti locali che intendono aderire per la prima volta alla rete di accoglienza dello Sprar che agli enti già titolari di uno Sprar ed intenzionati a presentare un nuovo progetto per una diversa categoria di beneficiari.

Per sottoporre i quesiti allo staff del Servizio di help desk si utilizza l’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. In breve tempo si ottengono così le risposte utili come, ad esempio, quelle riferite alle modalità di accesso e alle linee guida per il funzionamento dello Sprar, alle attività preparatorie in vista della presentazione di una domanda di contributo, a questioni territoriali specifiche che risultano rilevanti per l’attivazione di un progetto di accoglienza, agli aspetti tecnici relativi alla impostazione operativa e alla gestione del progetto triennale, alla preparazione del piano finanziario preventivo.

“Accesso Sprar” è sostenuto dal Ministero dell’Interno e realizzato da Anci, in collaborazione con la Fondazione Cittalia e il Servizio Centrale dello Sprar.
Nella pagina web Sprar sono raccolte diverse informazioni anche sui Servizi complementari realizzati da Anci a supporto dei Comuni per l’accesso allo Sprar, tra cui si ricorda:
il numero dedicato 06.8881.7287 per avere informazioni e spiegazioni sul Decreto del Ministero dell’Interno del 10 agosto 2016;
• la casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per il monitoraggio dell’applicazione della clausola di salvaguardia;
il webinar e le slide informative sui servizi Anci a supporto dei Comuni per l’accesso allo Sprar. 

Vaccinazioni: Circolari Regione su libero accesso vaccini, indicazioni operative e documentazione

Stampa

Nella Circolare del 15 marzo scorso, il Dipartimento promozione salute della Regione Puglia, rilevato la scadenza dei termini del 10 marzo u.s. per l'esibizione ai dirigenti degli Istituti educativi e scolastici della documentazione comprovante l'adempimento all'obbligo vaccinale ovvero l'esonero, da parte dei genitori i cui figli (dì età compresa tra O e 16 anni) risultavano iscritti con riserva, sulla base della documentazione presentata per l'anno scolastico 2017/18, considerato la necessità profondere ogni sforzo per favorire il recupero dei minori ritardatari o inadempienti: dispone che l'effettuazione delle vaccinazioni ai precitati minori della fascia di età 0-5 anni avvenga presso gli ambulatori vaccinali di riferimento su libero accesso e senza necessità di prenotazione alcuna. Ciò consentirà altresì di evitare ogni disagio correlato alla prolungata mancata frequenza.

Pubblichiamo inoltre la Circolare del 2 marzo 2018 Regione Puglia - Sezione promozione della salute e benessere - con relativa documentazione di interesse, inerente Misure indifferibili di semplificazione degli adempimenti vaccinali per l'iscrizione alle istituzioni del sistema nazionale di istruzione, ai servizi educativi per l'infanzia, ai centri di formazione professionale regionale e alle scuole private non paritarie — Indicazioni operative.

La Regione Puglia informa che il servizio web PER LA TRASMISSIONE DEGLI ELENCHI DEGLI ALUNNI ISCRITTI è attivo al seguente link https://giava.sanita.puglia.it/.  I dirigenti delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione e i responsabili dei servizi educativi per l'infanzia, dei centri di formazione professionale regionale e delle scuole private non paritarie potranno trasmettere gli elenchi con le modalità e i tempi fissati con nota circolare diramata il 2 marzo prot. AOO/082/1980 del 02/03/2018. Si pone in evidenza che, come indicato nella Circolare innanzi citata, l’accesso al servizio da parte di ciascun dirigente di istituto scolastico avverrà mediante Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). 

Su Portale  Puglia Salute  disponibile tutta la Documentazione

Pareggio bilancio: Documentazione Avviso avvio iter Intesa regionale ex art. 10 Legge 243/2012 per realizzazione investimenti finanziati con operazione di indebitamento o con risultati di amministrazioni esercizi precedenti

Stampa

Riportiamo in allegato documentazione inerente Avviso relativo all'avvio dell'Iiter inerente Intesa Regionale ai sensi dell'art. 10 della Legge 24 dicembre 2012, n. 243 per la realizzazione di operazioni di investimento finanziate con operazione di indebitamento o con risultati di amministrazioni degli esercizi precedenti - anno 2018 

Specificatamente:

 

Formazione: Riforma PA "Madia" - Seminari Anci-Ifel il 7/03 a Lecce e in replica il 9/03 a Bari e il 13/04 a Foggia

Stampa

Per partecipare è necessariregistrarsi on line, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento, attraverso il form disponibile cliccando qui

Anci Puglia e Fondazione Ifel organizzano per il prossimo mese di marzo un ciclo di tre Seminari rivolti a sindaci ammistratori, dirigenti e funzionari dei Comuni pugliesi, tesi ad approfondire la conoscenza della Riforma della PA "Madia".

Mercoledì 7 marzo a Lecce, primo appuntamento dedicato alla Riforma della PA; obiettivo:sviluppare conoscenza del D.Lgs. 150/2009, come riformato dal D.lgs. 74/2017 e delle altre norme lavoristiche connesse alle riforme “Madia”.

L'evento, a partecipazione gratuita, sarà replicato venerdì 9 marzo a Bari e venerdì 13 aplile a Foggia. Il Programma dettagliato, con i rispettivi relatori e discussants, è disponibile sul sito Anci Puglia, sezione seminari e Convegni.

Per partecipare è necessario registrarsi on line, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno precedente all'evento, attraverso il form disponibile cliccando qui

Calendario Seminari su “LA RIFORMA DELLA PA” con Programma/Invito

 

 

Database comuni

E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

Accedi all'area

Effettua il login

Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

Effettua il login - Registrati

Collabora al sito

Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home News Top news