Anci Puglia

Emergenza Covid-19: Da 20 marzo ritiro mascherine per il personale dei Comuni c/o sedi Protezione civile Modugno e Campi Salentina

Stampa

In merito alla dotazione di mascherine anticontagio richieste da Anci Puglia, per il personale delle Amministrazioni comunali, la Protezione civile regionale, vista la situazione emergenziale che sta limitando l'approvvigionamento, temporaneamente, mette a disposizione un quantitativo di mascherine anticontagio da assegnare ai Comuni, secondo il seguente criterio demografico:

  • 300 ai Comuni sopra 50mila abitanti 
  • 200 ai Comuni compresi tra 50mila e 15mila 
  • 150 ai Comuni al di sotto dei 15mila abitanti
Per i Comuni che non hanno ancora provveduto a farlo, la richiesta va inviata via e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Per info o comunicazioni urgenti, contattare i seguenti recapiti Protezione civile: 338.5090831 - 3283621601.
 
La consegna/ritiro, sarà effettuato da domani venerdì 20 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (possibile anche sabato 21 e domenica 22, stesso orario), presso sede della Protezione civile regionale, in Via delle Magnolie n.6-8, a Modugno (Zona industriale Bari). 
 
In alternativa, sarà possibile effettuare il ritiro delle mascherine presso sede di Campi Salentina - Campo Operativo Protezione civile Puglia Sud https://maps.app.goo.gl/CfifW81paSWLB1co9),  da domani venerdi 20 marzo dalle ore 09.00 alle ore 13.00 (possibile anche sabato 21. stesso orario), questo solo per i Comuni delle province Lecce, Brindisi e Taranto, più vicini geograficamente a Campi.

Nuove disponibilità, sulla base delle forniture ricevute, saranno assegnate, appena la Protezione civile regionale riceverà nuovi approvvigionamenti, attraverso un nuova comunicazione ai Comuni da parte di Anci Puglia.
 
Saranno consegnate mascherine fornite dal Governo, della tipologia in materiale TNT (https://bit.ly/394hTp5)

Di seguito link a sito MInistero salute con indicazioni relative all'utilizzo del presidio https://bit.ly/2wlb3xZ
 
Per info o comunicazioni urgenti, contattare i seguenti recapiti della Protezione civile: e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">. -  338.5090831 -  3283621601. 
 
 
 

Emergenza Covid-19: Pubblicato in Gazzetta Ufficiale Decreto "Cura Italia"

Stampa
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge Cura Italia, il testo contiene le misure sanitarie ed economiche per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Tra i principali interventi, ammortizzatori sociali, divieto di licenziamento, premio per chi lavora in sede, cibo agli indigenti, congedi per i genitori, mascherine per gli operatori sanitari in prima linea, rimborsi per gli eventi cancellati.
 

Emergenza Covid-19 – Governo vara Decreto “Cura Italia”: misure straordinarie per sanità, famiglie e lavoro

Stampa

Il Governo ha varato il il Decreto "Cura Italia"’, il provvedimento vale 25 miliardi, ne attiva 350. Il decreto introduce misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. ”E’ una manovra economica poderosa: non abbiamo pensato e non pensiamo di combattere un’alluvione con gli stracci. Stiamo cercando di costruire una diga per proteggere imprese famiglie lavoratori”:  ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa dopo il Cdm. (Vedi Sintesi delle Misure).

Vai al  DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 (Decreto “Cura Italia”  Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il Decreto  interviene con provvedimenti su quattro fronti principali e altre misure settoriali:

1. finanziamento e altre misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;

2. sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;

3. supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia;

4. sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio.

Tali provvedimenti si aggiungono a quelli già adottati d’urgenza dal Governo per evitare che la crisi transitoria delle attività economiche indotta dall’epidemia di Covid-19 produca effetti permanenti, come la scomparsa definitiva di imprese nei settori maggiormente colpiti. In particolare, con i precedenti interventi, sono stati sospesi adempimenti tributari e pagamenti di contributi e mutui per gli abitanti della ex “zona rossa”, sono stati aperti gli ammortizzatori sociali a soggetti che in condizioni ordinarie non ne beneficiano, sono state potenziate le modalità di lavoro a distanza ed è stato garantito sostegno al settore del turismo.

Di seguito, le misure stabilite per potenziare la capacità di intervento del Sistema sanitario, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati a fronteggiare l’emergenza sanitaria:

– vengono individuate le coperture per le 20.000 assunzioni già deliberate per il Sistema sanitario nazionale;

– il Fondo emergenze nazionali viene incrementato complessivamente di 1,65 miliardi;

– lo stanziamento di risorse per gli straordinari del personale sanitario viene incrementato di 150 milioni di euro per il 2020;

– il finanziamento dell’aumento dei posti letto in terapia intensiva e nelle unità di pneumologia e malattie infettive (anche in deroga ai limiti di spesa) mentre le strutture private devono mettere a disposizione il personale sanitario in servizio, i locali e le proprie apparecchiature (per un costo di 340 milioni);

– l’autorizzazione a Invitalia a erogare finanziamenti agevolati o contributi a fondo perduto alle imprese produttrici di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale (50 milioni);

– la previsione che la Protezione civile possa disporre la requisizione da soggetti pubblici o privati di presidi sanitari e medico-chirurgici e di beni mobili necessari per fronteggiare l’emergenza sanitaria. I Prefetti potranno disporre la requisizione di alberghi o altri immobili aventi analoghe caratteristiche per ospitarvi le persone in sorveglianza sanitaria (150 milioni);

– la possibilità di incrementare il personale medico e infermieristico militare con una ferma eccezionale di un anno, mentre vengono potenziati i servizi sanitari militari. L’Inail potrà assumere a tempo determinato 200 medici specialisti e 100 infermieri, mentre viene incrementato lo stanziamento a favore dell’Istituto Superiore di Sanità per far fronte alle esigenze di sorveglianza epidemiologica (il totale di questi interventi assomma a 64 milioni);

– la possibilità, ove non sia possibile reclutare nuovo personale, di trattenere in servizio il personale del Sistema Sanitario Nazionale che avrebbe i requisiti per la pensione;

– una deroga alle norme di riconoscimento delle qualifiche professionali sanitarie, per consentire l’esercizio temporaneo sul territorio nazionale a chi ha conseguito una professione sanitaria all’estero, regolata da specifiche direttive dell’Unione Europea;

– disposizioni sull’abilitazione all’esercizio della professione di medico-chirurgo, con la previsione che il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia, abiliti all’esercizio della professione di medico chirurgo previo giudizio di idoneità sui risultati relativi alle competenze dimostrate nel corso del tirocinio pratico-valutativo svolto all’interno del corso di studi;

– l’introduzione di disposizioni in merito all’anticipazione del prezzo nei contratti pubblici, volte a velocizzare le procedure d’acquisto e di pagamento di materiali e strumentazioni sanitari;

– lo stanziamento di fondi per il pagamento degli straordinari dovuti ai maggiori compiti connessi all’emergenza per le Forze di polizia, le Forze armate, il Corpo di polizia penitenziaria, il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, il personale della carriera prefettizia, quello dei ruoli dell’Amministrazione civile dell’interno e quello delle polizie locali, nonché per la sanificazione e la disinfezione straordinaria degli uffici, degli ambienti e dei mezzi in uso alle medesime Forze, e per assicurare l’adeguata dotazione di dispositivi di protezione individuale;

– lo stanziamento di fondi per la pulizia straordinaria degli ambienti scolastici;

– l’istituzione del Fondo per la sanificazione degli ambienti di Province, Città metropolitane e Comuni;

– la previsione che, nella vigenza dello stato di emergenza e, in ogni caso, sino al 31 luglio 2020, l’acquisizione di forniture e servizi da parte delle aziende, agenzie e degli enti del Servizio sanitario nazionale da utilizzare nelle attività di contrasto alla diffusione del Covid-19, qualora sia finanziata in via esclusiva tramite donazioni di persone fisiche o giuridiche private, avviene mediante affidamento diretto, senza previa consultazione di due o più operatori economici, per importi non superiori alle soglie già previste, a condizione che l’affidamento sia conforme al motivo delle liberalità;

– la disciplina relativa alla nomina con apposito decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19.ù

Vai al  DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 (Decreto “Cura Italia”  Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Servizio civile Anci Puglia: Avvio progetti sospeso fino a 3 aprile 2020

Stampa

A seguito dell'emanazione da parte della Presidenza Consiglio Ministri della Circolare del 10 marzo 2020, recante indicazioni agli enti di servizio civile, in relazione all'impiego degli operatori volontari nell'ambito dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, si comunica che l'avvio al Servizio dei volontari selezionati per i Progetti di Servizio civile Anci Puglia - Bando scaduto 17/10/2019,, così per tutti i progetti da realizzarsi sull'intero territorio nazionale, è  sospeso fino al 3 aprile p.v. 

La Presidenza del Consiglio fornirà successive informazioni in merito, sul sito https://www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it/?UID=

 

Circolare del 10 marzo 2020 recante indicazioni agli enti di servizio civile in relazione all’impiego degli operatori volontari nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Coronavirus: COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Stampa
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO - EMERGENZA CORONAVIRUS
 
I Comuni non chiudono. Anci Puglia garantirà il servizio con la presenza in sede di una sola unità lavorativa.
Il resto della struttura opererà con modalità di lavoro agile.

Decreto #IoRestoaCasa: Invito presidente Domenico Vitto a comunità pugliesi per scrupoloso rispetto disposizioni Governo

Stampa

Il presidente Anci Puglia Domenico Vitto, in questa particolare situazione emergenziale tesa al contenimento della diffusione del Covid-19, invita le comunità pugliesi ad osservare e rispettare scrupolosamente tutte le disposizioni imposte dal Governo e dalle Autorità sanitarie.
"Con il Dpcm 9 marzo 2020, tutta l'Italia diventa zona protetta, le misure restrittive si applicano all'intero territorio nazionale fino al prossimo 3 aprile. Si tratta di misure straordinarie ed urgenti necessarie a salvaguardare il benessere e la salute di tutti. Pertanto, è fondamentale la collaborazione fra istituzioni e cittadini, prioritario assicurare il rispetto assoluto delle norme, per evitare l'estensione del contagio e il conseguente insostenibile sovraccarico per il nostro sistema sanitario.
Come sottolineato dal Capo dello Stato, "serve unità di intenti" per sconfiggere il virus; solo attraverso la consapevolezza e l'impegno fattivo di ognuno di noi riusciremo a superare questo momento per ripartire pù forti di prima.
I sindaci pugliesi continueranno a lavorare in prima linea sul territorio, per garantire l'attuazione e l’efficacia di tutte le misure di prevenzione."

Si segnala:
- Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo al link https://bit.ly/38GbWhA
- Ministero Salute, indicazioni Decreto #IoRestoaCasa al link https://bit.ly/2IAZFkg

Coronavirus: Dpcm 8 marzo 2020, Direttiva protezione Civile e Ordinanze Regione Puglia

Stampa

A seguito della firma da parte presidente Consiglio del nuovo Dpcm recante "ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale" (Dpcm 8 marzo 2020), il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, ha emanato due Ordinanze: l'Ordinanza n. 176 contenente gli aggiornamenti al Dpcm 8 marzo 2020 e l' Ordinanza n.177 che riporta le categorie esenti dagli obblighi previsti dalla Ordinanza n. 176A conclusione della giornata del 8 marzo, il Dipartimento Protezione Civile ha emanato la Direttiva 646.

Scarica i documenti

 

 

Emergenza Covid-19: Dpcm 4/03/2020 e Circolari Ministero interno e PA e Misure di Protezione civile

Stampa

Aggiornamenti su pagina web ANCI a link http://www.anci.it/emergenza-coronavirus-help-desk-anci-infocorononavirusanci-it/. 

 

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato un nuovo Dpcm con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull'intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus. 

Riportiamo in allegato i documenti diramati a livello nazionale negli ultimi giorni per le attività da porre in essere da parte dei Comuni.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili su pagina web dell’ANCI nazionale, dove è disponibile un apposito helpdesk dedicato  http://www.anci.it/emergenza-coronavirus-help-desk-anci-infocorononavirusanci-it/. Le disposizioni regionali sono disponibili al link http://www.regione.puglia.it/web/guest/coronavirus/documenti

  • Testo del Dpcm 4 marzo 2020
  •    MINISTERO DELL’INTERNO, CIRCOLARE del 03 marzo 2020. Ulteriori elementi informativi in merito alle misure di contenimento e gestione  dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.   

Il Ministero dell’interno ha diramato la circolare che interviene a seguito delle disposizioni di cui all’art. 35 del decreto legge n. 9/2020, che ha disposto la non possibilità di adozione di ordinanze  sindacali contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l'emergenza e inefficacia di quelle già adottate  se in contrasto con le misure statali, stante la vigenza del DPCM  1 marzo 2020 che  disciplina in modo unitario  il quadro degli interventi su tutto il territorio nazionale.  La Circolare invita tutti i Prefetti a concordare attraverso apposite riunioni di coordinamento le misure di carattere contingibile e urgente che non devono essere in contrasto con le misure statali in atto. 

  • MINISTRO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, Circolare n. 1/2020 del 04 marzo 2020. Misure incentivanti per il ricorso a modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa.

Azioni raccomandate dal ministero della Pubblica amministrazione  tra le quali  ricorrere alle modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa anche nei casi in cui il dipendente si renda disponibile ad utilizzare propri dispositivi, a fronte dell'indisponibilità o insufficienza di dotazione informatica da parte dell'amministrazione, garantendo adeguati livelli di sicurezza e protezione della rete secondo le esigenze e le modalità definite dalle singole pubbliche amministrazioni.

  • PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE, MISURE OPERATIVE DI PC PER LA GESTIONE DELL’EMERGENZA COVID-19  del 03 marzo 2020.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato le misure operative che definiscono il modello di intervento da attuare ai diversi livelli territoriali per la gestione dell’emergenza epidemiologica COVID-19, di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 e conseguenti ordinanze attuative di protezione civile, nonché del Decreto del Presidente del Consiglio dei  Ministri 23 febbraio 2020.  

 

Coronavirus: Le disposizioni regionali

Coronavirus: Regione Puglia emana Disposizioni urgenti in materia di prevenzione “COVID-19”

Stampa

Il presidente della Regione Puglia MIchele Emiliano, ha emanato una informativa contenente Disposizioni urgenti in materia di prevenzione "COVID-19". Al fine di fronteggiare l'emergenza Coronavirus, la Regione invita «tutti i cittadini che comunque rientrano in Puglia provenienti dal Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna» e che hanno «soggiornato negli ultimi 14 giorni» in queste regioni, a «comunicare la propria presenza nel territorio della Regione Puglia con indicazione del domicilio al proprio medico di medicina generale ovvero, in mancanza, al Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente al fine di permettere l'esercizio dei poteri di sorveglianza sanitaria».

In allegato informativa Regione Puglia contenente Disposizioni urgenti in materia di prevenzione "COVID-19"

Servizio civile Anci Puglia: Avvio servizio volontari previsto per 30 marzo 2020

Stampa

Anci Puglia comunica che l'avvio al servizio per i volontari selezionati (vedasi GRADUATORIE) da impiegare nei Progetti di Servizio civile Anci Puglia - Bando scaduto 17/10/2019 è previsto per il prossimo 30 marzo 2020. 

 

Finanza locale: Nota di lettura sintetica Anci su principali novità del decreto milleproroghe

Stampa

Nella nota di lettura Anci sono sintetizzate le principali disposizioni approvate che interessano i Comuni. Ulteriori approfondimenti sono rinviati a successiva e dettagliata nota di lettura di tutte le norme che hanno impatto su Comuni e Città Metropolitane.

Il decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, cosiddetto Milleproroghe,  è stato approvato dalle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio della Camera lo scorso 13 febbraio ed ora è all’esame dell’Aula, dove il Governo ha posto la questione di fiducia che verrà votata il 19 febbraio.

Riqualificazione urbana - bando Sport e Periferie: pubblicata graduatoria progetti presentati

Stampa

Graduatoria include, gli interventi oggetto di finanziamento e gli interventi non finanziati con l’indicazione del punteggio totalizzato. Anci sollecita firma Convenzione per definire termini e modalità di realizzazione del progetto presentato e di successiva erogazione del finanziamento.

Pubblicata graduatoria dei progetti presentati nell’ambito del bando Sport e Periferie del 15 novembre 2018 approvata in Conferenza Unificata il 18 dicembre 2019 e con decreto Ministro politiche giovanili e sport del 19 dicembre 2019. La graduatoria include, così come previsto dal paragrafo 11 del bando, gli interventi oggetto di finanziamento e gli interventi non finanziati con l’indicazione del punteggio totalizzato.

Anci sta sollecitando la sottoscrizione della Convenzione prevista dal bando, nella quale saranno definiti termini e modalità di realizzazione del progetto presentato e di successiva erogazione del finanziamento.

Fondo Solidarietà Comunale: disponibile online riparto dei 100 milioni stanziati da Legge bilancio

Stampa

Anci Puglia segnala che Il Ministero dell’Interno ha pubblicato sul proprio sito web, nella Banca dati dedicata al Fondo di Solidarietà Comunale, i dati relativi al riparto dei 100 milioni di euro aggiunti al Fondo di Solidarietà Comunale dalla Legge di bilancio 2020, distribuiti in base ai criteri approvati dalla Conferenza Stato – Città.

Tale stanziamento è da intendersi quale primo e parziale recupero dei tagli applicati alle risorse comunali con il dl 66/2014 (spending review), tenendo anche conto della sostenibilità della evoluzione del FSC.
Accedendo al sito del Ministero, per i Comuni sarà possibile avviare un’interrogazione per conoscere le assegnazioni attribuite e riportate nella sezione “E) INCREMENTO 100 MLN DOTAZIONE F.S.C. 2020 COME DA DPCM IN CORSO DI APPROVAZIONE”.

Database comuni

E' online il nuovo database dei comuni pugliesi, consultabile su due livelli accesso: pubblico e avanzato. Per accedere alla versione avanzata è necessario essere iscritti.

Accedi all'area

Effettua il login

Per accedere a tutti i servizi avanzati del sito, è necessario effettuare la registrazione. L'attivazione dell'account verrà eseguita da un nostro addetto, nel più breve tempo possibile.

Effettua il login - Registrati

Collabora al sito

Inviateci testi ed immagini riguardanti i vostri comuni, eventi e manifestazioni, il nostro team provvederà a pubblicarli sul nuovo sito.  L'indirizzo email a cui inviare le notizie è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei qui: Home News Top news