Emergenza Covid-19: Richieste urgenti dei sindaci della provincia di Lecce al presidente Michele Emiliano

Si riporta di seguito testo della nota inviata dai sindaci della provincia di Lecce al presidente della Regione Michele Emiliano, contenente richieste inerenti:  l’estensione dei tampone a soggetti che operano con potenziali infetti, in particolare al personale sanitario;  la necessità di ristabilire una linea di comunicazione corretta, mediante la trasmissione istantanea dei dati delle quarantene e positivi direttamente dai soggetti preposti ai Sindaci, in qualità di Autorità Sanitaria Locale. Infine, la necessità che i medici di base comunichino direttamente ai Sindaci le quarantene volontarie per consentire l’esercizio dell’attività di vigilanza

Di seguito testo integrale della nota

Al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano

Oggetto: Emergenza Covid – 19. Comunicazioni.

Alla luce della evoluzione della emergenza Covid – 19 e relativa normativa, delle informazioni e delle esperienze disponibili sulle possibilità di intervento con attività di prevenzione e contenimento del contagio, nelle qualità di Autorità Sanitaria Locale, con determinazione le formuliamo le seguenti richieste:

  • In moltissimi casi il contagio viene trasmesso da soggetti asintomatici, la individuazione degli stessi è fondamentale ai fini del contenimento del contagio e questo è possibile solo estendendo il tampone ai soggetti che operano con potenziali infetti, in particolare il personale sanitario, per questo motivo Le chiediamo che venga effettuato un numero maggiore di tamponi o dei test rapidi (anche se necessario con l’utilizzo di laboratori privati). 
  • I Sindaci sono Autorità Sanitaria Locale e in quanto tali hanno un ruolo e delle funzioni attribuite dal nostro ordinamento giuridico che rende quantomeno increscioso quanto accaduto in questi giorni, e in più occasioni, che le informazioni riguardanti i propri comuni siano state apprese dalla stampa. Per superare velocemente questo problema è necessario ristabilire una linea di comunicazione corretta mediante la trasmissione istantanea dei dati delle quarantene e positivi direttamente dai soggetti preposti ai Sindaci. La esigenza di una comunicazione tempestiva è motivata anche dal protocollo da attivare a carico dei comuni nello smaltimento dei rifiuti per i soggetti in quarantena e contagiati. 
  • Si precisa inoltre che delle quarantene volontarie di coloro che sono obbligati a comunicarle al proprio medico di base allo stato i Sindaci no ne hanno notizia. Pertanto,  è necessario fare in modo che i medici di base comunichino direttamente ai Sindaci le quarantene volontarie per consentire l’esercizio dell’attività di vigilanza.

Siamo certi che saprà apprezzare e comprendere le motivazioni che ci inducono a formularle le su estese richieste  e che si adopererà tempestivamente nella direzione comunemente auspicata.

Cordialmente                                                                                                                              I Sindaci della Provincia di Lecce

Seguici:
20