“Dal Bene confiscato al Bene riutilizzato”: prorogato al 30/06/2021 avviso pubblico regionale

L’avviso è finanziato da POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 – Asse prioritario IX – Promuovere l’inclusione sociale, la lotta alla povertà e ogni forma di discriminazione – Azione 9.14 ” Interventi per la diffusione della legalità” per un contributo massimo di 1.000.000 euro.

Anci Puglia informa che è stato prorogato a mercoledì 30 giugno 2021 alle ore 24.00, il termine ultimo per la presentazione delle domande per l’Avviso Pubblico “Dal Bene confiscato al Bene riutilizzato: strategie di comunità per uno sviluppo responsabile e sostenibile”.
L’Avviso a sportello è promosso da Regione Puglia e destinato ai Comuni per l’attuazione di progetti finalizzati alla valorizzazione dei beni confiscati e per il rafforzamento delle politiche attive di coesione sociale, del lavoro e di sviluppo di reti relazionali.

La misura si inserisce tra le modalità operative di promozione dei beni e delle aziende confiscate contenute nell’articolo 10 della Legge regionale n. 14 del 28.03.2019 “Testo unico in materia di legalità, regolarità amministrativa e sicurezza”. Da queste disposizioni scaturisce la strategia regionale che mira ad accrescere il riutilizzo di beni confiscati come punto di partenza per la riqualificazione culturale, urbana e sociale del territorio pugliese e come opportunità di sviluppo per l’intero territorio.

La proroga dei termini di presentazione delle domande è disposta con Determina Dirigenziale n. 72 del 16 aprile 2021 dalla Sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche per le migrazioni, Antimafia sociale ed è consultabile in allegato.

L’avviso è finanziato da POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 – Asse prioritario IX – Promuovere l’inclusione sociale, la lotta alla povertà e ogni forma di discriminazione – Azione 9.14 ” Interventi per la diffusione della legalità” per un contributo massimo di 1.000.000 euro.

Seguici: