Turismo: Da Pnrr 150 milioni per rilanciare settore ricettivo. Domande entro 31 agosto 2022

Home  »  News   »   Turismo: Da Pnrr 150 milioni per rilanciare settore ricettivo. Domande entro 31 agosto 2022
Turismo: Da Pnrr 150 milioni per rilanciare settore ricettivo. Domande entro 31 agosto 2022

Bando rivolto a soggetti pubblici e privati proprietari di immobili a destinazione turistico-ricettiva o che abbiano avviato iter urbanistico per ottenere cambio di destinazione d’uso prima del 1° novembre 2021. Manifestazione d’interesse entro 31 agosto 2022. Info e modalità di adesione a link.

Valorizzare e riqualificare immobili turistico-ricettivi per ripartire dopo la pandemia. È l’obiettivo del bando che selezionerà almeno 12 immobili, anche nelle zone economicamente più svantaggiate, da acquisire e ristrutturare entro il 31 dicembre 2025. L’operazione di valorizzazione avverrà attraverso il Fondo immobiliare gestito da CDP Real Asset Sgr e sottoscritto dal Ministero del Turismo con 150 milioni di euro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il bando si rivolge ai soggetti pubblici e privati proprietari di immobili a destinazione turistico-ricettiva o che abbiano avviato l’iter urbanistico per ottenere il cambio di destinazione d’uso prima del 1° novembre 2021.
Il termine per presentare la manifestazione d’interesse è il 31 agosto 2022. Ulteriori informazioni e le modalità di adesione sono disponibili al seguente link.

Condividi

L’Associazione Nazionale Comuni d’Italia opera da oltre un secolo impegnandosi a favorire lo sviluppo e la competitività dei territori e intervenendo in ogni sede istituzionale per rappresentare e tutelare gli interessi delle autonomie locali.
Contatti
Via Marco Partipilo, 61
70124 - Bari
Tel / Fax 080 5231218
Email segreteria@anci.puglia.it
PEC: segreteria@pec.anci.puglia.it
www.anci.puglia.it/web/
ANCI Puglia © 2022 - Associazione Nazionale Comuni d’Italia
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram