Politiche giovanili – Anci: “GIOVANI2030, straordinaria occasione di coinvolgimento e interazione”

Il vicepresidente vicario e delegato Anci Roberto Pella, sulla piattaforma, promossa dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio per le politiche giovanili e il Servizio Civile, che sarà presentata domani, giovedì 17, in una diretta live.

“GIOVANI2030 rappresenta una straordinaria opportunità di interazione per i più giovani cittadini, che avranno la possibilità di contribuire con nuove energie e idee allo sviluppo delle comunità, in uno scambio fra pari e attraverso uno strumento digitale interattivo a loro molto famigliare”. Lo afferma Roberto Pella, vicepresidente vicario e delegato alle Politiche giovanili in merito alla piattaforma web, promossa dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio per le politiche giovanili e il Servizio Civile, che il Ministro Vincenzo Spadafora presenterà domani, giovedì, dalle 19.00 in una diretta live.

La piattaforma “sarà al contempo un canale utile ed efficace per dare voce e informazione delle iniziative proposte dalle Amministrazioni locali nei territori”, aggiunge il delegato Anci. “Tra queste, rientrerà a pieno titolo proprio il nostro bando ANCI ‘FermentiInComune’, elaborato in continuità e in sinergia con ‘Fermenti’ del Ministero per le Politiche Giovanili, aperto fino al 18 gennaio e finalizzato ad accogliere proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori.

“Sperimenteremo l’efficacia della piattaforma Giovani 2030 fin dalla sua inaugurazione – conclude Pella – testimoniando l’ambizione delle istituzioni locali di contribuire ad accrescere la fiducia e la partecipazione attiva dei giovani alla vita economica, sociale e culturale del Paese.

GIOVANI2030 sarà una bussola digitale per i giovani dai 14 ai 35 anni che avranno informazioni sulle opportunità loro dedicate a livello nazionale, europeo ed internazionale. In prospettiva si punta a creare una community aperta a proposte, idee e suggerimenti, che vedrà i giovani sempre più coinvolti nelle attività di coprogettazione e di cogestione diventando essi stessi protagonisti del loro futuro”.

Roma, 16 dicembre 2020

Seguici: